Gli auricolari Mp3 mandano in tilt il pacemaker Dopo aver dimostrato che gli auricolari e le cuffie per Mp3 creano disturbi all'udito nel 60% dei giovani, una ricerca americana dimostra che le loro interferenze provocano disturbi ai cardipatici con pacemaker e defibrillatori cardiaci.

Secondo un recente studio condotto da un laboratorio medico americano, gli utilizzatori più assidui di cuffie o auricolari per dispositivi portatili, come lettori DVD, walkman, Mp3 e cellulari, potrebbero creare gravi danni non solo all'udito, come abbiamo riportato in una precedente notizia, ma anche al cuore. Se l'apparecchio infatti è posto ad una distanza minima di 3 centrimetri, le radiazioni magnetiche emesse dal dispositivo potrebbero interferire con pacemaker e defibrillatori cardiaci.

Auricolari Mp3 

William Maisel del Medical Device Safety Institute al Beth Israel Medical Center di Boston è tra i ricercatori presenti al convegno American Heart Association a New Orleans. Il medico ha condotto la ricerca testando circa 60 pazienti con pacemaker e defibrillatori in presenza di auricolari per lettori Mp3. In 14 casi, sono stati rilevati disturbi e interferenze, che raddoppiavano quando il paziente possedeva un defibrillatore piuttosto che un pacemaker.

Lo stesso destino è riservato ai telefoni cellulari con tecnologia Bluetooth, minaccia per i cardiopatici, che provoca accelerazione del battito cardiaco e improvviso rallentamento. Secondo quanto rilasciato dai ricercatori, dopo aver allontanato la fonte di palpitazioni e aritmia nei pazienti, la situazione tornava normale, con un elettrocardiogramma regolare.

 

Commenti