Intel Z-U130 Value Solid State Drive

ImageIntel Corporation ha annunciato oggi il suo ingresso nel mondo dei dischi allo stato solido con il lancio dell'Intel Z-U130 Value Solid State Drive, basato su memoria NAND Flash.

Basato su memoria NAND Flash con interfacce USB standard, Intel Z-U130 Value Solid State Drive offre ampia capacità ed alte performance, con il grande vantaggio di poter essere compatibile con più piattaforme, dai computer ai sistemi embedded. I vantaggi di un Solid State Drive, rispetto agli hard disk tradizionali o a dispositivi di storage USB, consistono essenzialmente in un più veloce caricamento del sistema, in un rapido accesso ai dati e nel risparmio energetico, qualità che consentiranno di migliorare le prestazioni dei computer durante le sessioni di gioco o di lavoro.

Aspetti, questi ultimi, che sono stati sottolineati da Randy Wilhelm, Vice Presidente e Direttore Generale del settore NAND Products di Intel, il quale ha anche aggiunto che "la tecnologia Solid State Drive di Intel fornisce performance di alto profilo, perché risponde agli alti standard di Intel quanto a qualità, sicurezza ed affidabilità, dando all'utente la possibilità di sfruttare tale prodotto in un'ampia varietà di applicazioni".

ImageImage 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

L'Intel Z-U130 Value Solid State Drive rappresenta una scommessa per l'azienda di Santa Clara: è la prima volta, infatti, che Intel realizza una serie di prodotti, caratterizzati da interfacce e capacità standard, nel settore dei dischi allo stato solido. Sono previsti modelli di taglio diverso, da 1GB, 2GB, 4GB e 8GB, tutti caratterizzati da una velocità di 28 MB/s in lettura, che si riduce a 20 MB/s nella fase di scrittura.

Ciò che distingue l'Intel Z-U130 Solid State Drive da altri consimili Solid State Drive (SSD) è la fase di collaudo, che prevede oltre 1000 ore di test e che, nelle intenzioni dei progettisti, dovrebbe portare ad un MTBF (Mean Time Between Failure, che in italiano potremmo tradurre "tempo medio fra i guasti") di 5 milioni di ore. Il dispositivo potrà essere integrato facilmente nel design di prodotti già esistenti, grazie alla presenza di interfacce USB 2.0 e 1.1 compliant e al connettore USB 2x5. Lo schema utilizzato è stato quello standard, NAND single-level, ma Intel ha già anticipato di star considerando, per i prodotti della prossima generazione, la tecnologia multi-level cell (MLC) più vantaggiosa ed innovativa.

Ulteriori dettagli sul sito di Intel.

Ultimo aggiornamento Domenica 23 Ottobre 2011 10:55