Intel Atom 230 testato su un desktop

Intel Atom 230 testIntel sarà riuscita a trovare un giusto compromesso tra prestazioni e consumi nei processori Atom? Scopriamolo analizzando i primi test di una CPU Intel Atom 230 (Diamondville)!

Fudzilla è riuscito a venire in possesso di un processore Intel Atom 230 montato su una scheda madre per sistemi desktop. Questa CPU, basata su core Diamondville, sarà adottata da molti dei prossimi netbook (compresi MSI Wind e Asus Eee PC 901), UMPC e MID, con una sortita anche in ambito desktop su nettop e SFF (Small Form Factor).

Image

Nonostante il modello testato sia un sample con un BIOS provvisorio, possiamo comunque ricavare interessanti informazioni dai benchmark pubblicati, che rispecchieranno in maniera abbastanza precisa le vere performance di questa famiglia di CPU.
Il chipset utilizzato nella prova viene riconosciuto come un Intel 945GC con southbridge ICH7. La CPU dispone di 512KB di Chace L2, Clock di 1600Mhz e FSB di 133Mhz, il tutto con un TPD di soli 4W, addirittura inferiori al consumo del chipset stesso. Le Ram utilizzate durante la prova sono DDR2-533 con latenze di 4-4-4.

Image

Le prime considerazioni sopraggiungono durante l’installazione di Windows XP, particolarmente lenta durante la decompressione dei file di sistema.
A sistema operativo installato il primo benchmark a testare le potenzialità del nuovo processore Intel è Lame 3.97, interessante software eseguibile direttamente da console che simula l’encoding di un file audio da wav ad mp3. I risultati sono piuttosto deludenti, considerando anche il clock piuttosto alto della CPU testata, ma i ragazzi di Fudzilla non si perdono d’animo e lanciano qualche sessione di SuperPi.

ImageImage

{multithumb}Anche in questo caso i risultati sono sotto le aspettative: il tempo impiegato per concludere il test 1M( un minuto e 32 secondi) è paragonabile a quello  ottenuto dall’Asus Eeepc 900 col Celeron M a 900Mhz che, ricordiamo, viaggia a un frequenza di ben 700Mhz inferiore a quella dell’Atom in prova.

Il test di Sandra 2008 mostra, inoltre, che l’Atom 230 a 1.6Ghz promette circa la metà delle performance del Celeron 420 a 1.6Ghz. Come riferimento riportiamo che l’E8400 a 3.0Ghz è circa 10 volte più veloce dell’Atom.

Image

Alla luce di questi score è evidente che lo sforzo di Intel è stato rivolto quasi esclusivamente alla riduzione dei consumi e del calore generato. Intel Atom non è certo un processore adatto al gioco e alle applicazioni multimediali, ma si comporta in maniera discreta nel normale utilizzo del sistema operativo e nel surfing del Web. Il TDP ridottissimo potrebbe comunque spostare l’ago della bilancia dalla parte di Intel, a meno che i nuovi processori VIA Nano non dimostrino un vantaggio netto in termini prestazionali. La battaglia è appena cominciata.

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 02 Giugno 2008 11:31