Windows 10 il 29 luglio. Non per tutti, non subito

Windows 10 il 29 luglio. Non per tutti, non subitoMicrosoft chiarisce i tempi per il passaggio a Windows 10, anche per gli utenti che hanno già prenotato il sistema operativo. Per evitare "congestioni", l'OS sarà rilasciato ad ondate compatibilmente con l'hardware del vostro computer.

Ormai è noto: Windows 10 sarà lanciato ufficialmente il 29 luglio e, nello stesso giorno, chi lo ha già prenotato potrà scaricare l'aggiornamento ed installarlo ma solo su un computer con Windows 7 o Windows 8/8.1. In realtà le cose non stanno proprio così, perché oggi Microsoft ha precisato le fasi del rilascio chiarendo che non tutti potranno navigare su Windows 10 da subito. "Per consentire una migliore gestione della domanda", Redmond ha deciso di "razionare" Windows 10 per i suoi utenti e l'operazione potrebbe durare anche diversi giorni.

Windows 10

 

Nel post pubblicato sul blog, leggiamo che il roll-out partirà il 29 luglio per i soli addetti ai lavori di Windows. Da quella data, Microsoft inizierà a notificare ad ondate l'update ai clienti che hanno prenotato Windows 10. "Ogni giorno del roll-out, noi ascolteremo, apprenderemo ed aggiorneremo l'esperienza di Windows 10 per tutti gli utenti", vale a dire che il team farà gli ultimi ritocchini al sistema operativo grazie a coloro che lo avranno già installato. Questa procedura comporterà una migrazione più lenta, ma senza dubbio indolore. Liscia.

A seconda del vostro hardware, quindi, potrebbe essere necessario attendere anche più a lungo rispetto ad altri. Dal canto suo, Microsoft notificherà l'upgrade agli utenti che lo hanno prenotato solo dopo che sarà certo che il sistema operativo funzionerà senza problemi sul computer. Se, per qualche ragione, il vostro PC non è pronto per Windows 10, Redmond vi fornirà alcune opzioni su come prepararlo ad esempio utilizzando "delle soluzioni compatibili alternative in Windows Store dopo l'upgrade".

L'idea di Microsoft potrebbe non piacere, ma è la scelta più saggia. L'azienda (vi) eviterà un sacco di problemi (crash, lunghi tempi di download) non solo nello scaricamento ma anche nell'installazione. Dunque, anche se avete già prenotato l'update per il 29 luglio, non aspettatevi che il passaggio avvenga lo stesso giorno, a meno che non siate Windows Insider.

Ultimo aggiornamento Giovedì 02 Luglio 2015 18:25