SoC LG Odin a 8 core in produzione

SoC LG Odin a 8 core in produzioneLG sta pianificando di avviare a breve la produzione di massa dei suoi nuovi System on a Chip octa core su architettura ARM Cortex A15, chiamati Odin. TSMC dovrebbe produrli e l'azienda coreana dovrebbe usarli nel prossimo smartphone LG Optimus G2.

Si chiamerà Odin il prossimo SoC che LG si produrrà in proprio sulla scia di quanto fanno già da qualche tempo Samsung con i propri Exynos e Apple con gli Ax. Il nome, che indica il padre degli dei nella mitologia nordica, può sembrare forse un po' impegnativo e pretenzioso ma le premesse sembrerebbero esserci tutte, visto che si tratterà di un octa core basato sui nuovissimi ARM Cortex A7 ed A15. Il produttore sud coreano aveva già accennato a un proprio SoC recentemente, in occasione del CES di Las Vegas dello scorso gennaio, e in quell'occasione era stato designato con una semplice e molto meno suggestiva sigla, H13. Di esso non si sapeva però praticamente nulla se non che avrebbe impiegato i nuovi core del chipmaker di Sheffield.

Chip LG

 

Ora tuttavia è emerso qualche dettaglio tecnico in più e sembrerebbe dunque che LG sia intenzionata a seguire le orme dell'altro colosso coreano, Samsung, che recentemente ha presentato i suoi Exynos 5 Octa, basati sulla complessa architettura ARM big.LITTLE, formata da quattro core ARM Cortex A15 e quattro Cortex A7 a risparmio energetico (qui trovate un nostro recente approfondimento in merito). Anche Odin dunque sarà organizzato nella medesima maniera, con i quattro A15 che dovrebbero salire fino a 1.8 GHz e i quattro A7 che invece si fermeranno a 1.2 GHz.

Al momento però non è dato sapere se LG integrerà nella propria versione di questi processori dei ritocchi architetturali com'è permesso fare, dato che notoriamente ARM è un chipmaker fabless che vende soltanto le licenze dei propri progetti, che possono poi essere rielaborati in tutto o in parte, a seconda delle esigenze e degli obiettivi che il produttore si pone. Ciò che al momento appare certo è invece che LG affiderà la produzione dei propri SoC a TSMC (Taiwan Semiconductor Manufacturing Company) che li realizzerà con processo produttivo a 28 nm di tipo HKMG (High-K Metal Gate).

La produzione dovrebbe iniziare a breve e sembrerebbe che LG sia intenzionata a proporre sul mercato i primi prodotti equipaggiati con Odin durante il terzo trimestre di quest'anno. E' probabile dunque che il primo modello a beneficiare del nuovo SoC sia lo smartphone LG Optimus G2, erede dell'Optimus G, che andrebbe così ad affiancare l'Optimus G Pro, che invece usa ancora i Qualcomm Snapdragon. Come accade già per Samsung comunque, è improbabile che questi SoC Odin siano adottati anche da prodotti di terze parti vista la scarsa capacità produttiva delle aziende, in grado di soddisfare soltanto il proprio fabbisogno. Odin quindi molto probabilmente non sarà in diretta concorrenza con i vari Nvidia Tegra 4 o Qualcomm Snapdragon 600 ed 800.