Tizen OS: l'SDK è servito

Tizen OS: l'SDK è servitoL'azienda di Santa Clara non perde le speranze nel suo progetto Tizen ed offre una revisione tecnica completa sul funzionamento del sistema operativo, con la disponibilità dell'SDK per gli sviluppatori.

Nell'ultimo giorno dell'IDF 2012 di San Francisco, Intel ha tenuto una sessione tecnica sul suo sistema operativo Tizen OS. Per chi non lo ricordasse, questo software deriva dai fallimenti ripetuti e successivi di Moblin (che è stato poi combinato con Maemo) e MeeGo, utilizzato inizialmente per gli smartphone Nokia poi migrati a Windows Phone. Il risultato fu una nuova versione del sistema operativo, che prese il nome (ancora oggi usato) di Tizen OS.

Tizen OS e SDK

Nel corso dell'IDF 2012, Intel sottolinea che (questa volta) Tizen raggiungerà il mercato con più di un terminale, attraverso la sua rete di partner e produttori che contribuisce al progetto, come NEC, Samsung, Orange, NTT DoCoMo, Panasonic e molti altri. Inoltre, la guida del progetto è affidata alla Linux Foundation per la parte tecnica, ai partner di altre aziende di telecomunicazioni invece è stato assegnato il compito di curare la commercializzazione e la gestione degli App Store.

Intel ritiene che il sistema operativo mobile non deve contare solo sul codice nativo per le applicazioni, ma anche le WebApp hanno un ruolo fondamentale in questo settore per la crescita e lo sviluppo dell'OS. In tale contesto, il futuro è rappresentato da HTML 5. L'architettura del nuovo sistema operativo Tizen è molto simile a quella di MeeGo: un processore Intel Atom (Medfield o inferiore) o ARM per smartphone, tablet e netbook, un kernel Linux, un'interfaccia principale ed un'interfaccia utente con pulsanti ed applicazioni native per il funzionamento del dispositivo.

Tizen OS è basato su standard aperti (si pensi a OpenSource) e le API di HTML5, WebGL W3C o JSON sono pienamente supportate. Intel ha annunciato la disponibilità immediata del suo SDK per iniziare a sviluppare applicazioni per il sistema mobile. L'SDK di Tizen richiede Linux o Windows. Oltre all'SDK, il successivo sviluppo è dato dalla "Rapid Interface Builder" che, come suggerisce il suo nome, può produrre rapidamente un'interfaccia Web per l'applicazione in un browser. Una volta che l'interfaccia e le interazioni sono posizionate correttamente, non resta che esportare il codice HTML da includere nella sua WebApp. L'SDK supporta anche l'accelerazione hardware per Linux e Windows, mentre per Mac arriverà in un secondo tempo.

La sfida per Intel con Tizen OS è trovare un acquirente, ma soprattuto un posto nel mercato, accanto ai leader Android e iOS e all'agguerrito Windows Phone. Se il sistema operativo sarà divertente da usare e facile da programmare, non vi è dubbio che finirà per convincere utenti e sviluppatori.