Asus U32V/U32VD: prima recensione e video

Asus U32VD: prima recensioneASUS U32VD è un'interessante alternativa economica per chi cerca una soluzione portabile senza voler spendere troppo. Vediamo se la prima recensione pubblicata sul Web ne ha confermato le buone doti.

Non c'è dubbio che attualmente gli ultrabook costituiscano un ottimo connubio tra portabilità e potenza di calcolo, con in più l'aggiunta, per alcuni non trascurabile, di un design trendy e curatissimo. Non tutti gli utenti tuttavia sono disposti a spendere oltre 1000 euro per l'equivalente di un notebook mainstream, se siete tra questi un normale ultrasottile potrebbe essere la vostra soluzione ideale, essendo altrettanto valido in mobilità, seppur con spessore e peso un po' superiori, ma costando molto meno.

ASUS ad esempio propone i suoi notebook thin&light ASUS U32, disponibili sia con piattaforma AMD (ASUS U32U) di cui vi parlammo qualche mese fa, sia Intel-based prendendo in questo caso il nome di ASUS U32V o U32VD in alcuni Paesi. Proprio quest'ultimo modello è al centro della recensione dei colleghi di TLBHD che l'hanno testato a fondo per appurarne prestazioni e validità. Noi vi proponiamo di seguito una sintesi dell'articolo così da capire se è possibile realmente risparmiare circa 400 euro senza rinunciare alla sostanza ma solo alla forma. Partiamo proprio da quest'ultima.

Asus U32VD

Le dimensioni, diagonale di 13.3 pollici, spessore di quasi 3 cm e peso di 1.8 Kg, ci dicono già che non ci troviamo difronte a un ultrabook, tuttavia stiamo parlando di un notebook ancora abbastanza compatto da non essere troppo scomodo e difficile da trasportare. La scocca inoltre non è realizzata in lega di alluminio ma in semplice policarbonato, anche se cover e piano tastiera sono poi rivestiti, a fini estetici, con una sottile lamina di metallo. Le linee sono molto semplici e pulite, non ricercate e sofisticate quanto quelle delle controparti ZenBook ma comunque gradevoli.

La dotazione di porte è completa e comprende sia USB 2.0 che 3.0, uscite video analogiche (VGA) e digitali (HDMI), jack per cuffie e microfono, plug RJ45 per la connessione alla rete cablata e aggancio di sicurezza Kensington. Nell'insieme l'ASUS U32V è solido e ben realizzato e, sebbene non possa competere direttamente come aspetto con uno ZenBook o altri ultrabook c'è anche da considerare la sostanziosa differenza di prezzo.

Lo schermo, un 13.3 pollici con risoluzione HD da 1366 x 768 pixel, è valido pur essendo del tutto ordinario. Per essere un normale TN+Film gli angoli di visione sono infatti abbastanza ampi, inoltre la finitura opaca ne permette l'uso anche all'aperto e non è una cosa che ultimamente si possa dire di molti notebook, vista l’ampia diffusione di pannelli lucidi. Buone impressioni sono suscitate anche da tastiera e touchpad. La prima, con l'ormai tipico layout ad elementi isolati, offre un ottimo feedback e una buona accuratezza durante la digitazione, grazie anche alla corsa dei tasti, più lunga rispetto a quanto si riscontra mediamente nella maggior parte dei notebook attuali. Il touchpad invece è ampio ed offre un buon mix tra velocità e precisione.

L'unico difetto è costituito dal fatto che, trattandosi di un clickpad, in cui cioè l'intera membrana, se premuta, agisce come un tasto, risulta un po' troppo duro da premere e quindi forse scomodo per alcuni. Il notebook è equipaggiato con un processore dual core Intel Core i5-3210M da 2.5 GHz, affiancato da 8 GB di RAM DDR3 a 1600 MHz e da una scheda video dedicata Nvidia GeForce GT 630M, mentre per lo storage non troviamo un SSD come nel caso degli ultrabook ma nemmeno una lenta unità da 5400 RPM, bensì un disco da 7200 RPM, comunque eventualmente sostituibile con facilità con una unità a stato solido dallo stesso utente, grazie al facile accesso offerto sul fondo dallo sportello.

Asus U32VD

Si tratta di una dotazione dalle buone prestazioni complessive, in grado di svolgere non solo i task quotidiani ma anche altri più impegnativi come ad esempio il foto o video editing e di consentire anche il gaming con gli ultimi titoli videoludici a risoluzione nativa e dettagli medi. Anche l'autonomia è ottima: grazie allo spazio disponibile, superiore a quello di un ultrabook, l'Asus U32V infatti è dotato di un'ampia batteria a 8 celle da ben 83 Wh, capace di raggiungere facilmente le 7 o anche 8 ore, a seconda dell'uso che se ne fa. Il notebook inoltre è dotato di tecnologia Instant On, che consente di superare i 10 giorni in stand by e di riavviare velocemente la macchina dallo stato di sospensione.

Il portatile inoltre è molto silenzioso e difficilmente si udiranno le ventole in funzione, anche se, durante l'uso quotidiano, resta piuttosto fresco. Ovviamente se invece si svolgono task impegnativi come i videogiochi, il fondo si potrebbe scaldare parecchio, tuttavia con un uso medio il portatile non si può certo definire eccessivamente caldo.

Il giudizio finale dunque è ampiamente positivo: al prezzo di appena 600 dollari per la versione identica a quella testata ma con 4 GB di RAM invece di 8GB  l'Asus U32V offre una piattaforma più potente di quelle di un ultrabook medio, con prestazioni ed autonomia superiori, sacrificando soltanto l'aspetto estetico, meno curato ovviamente e, in minima parte, la portabilità, che resta comunque elevata. Se si desidera un portatile da 13 pollici veloce e con un prezzo abbordabile l'Asus U32VD potrebbe essere la soluzione perfetta.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 11 Luglio 2012 10:34