Ultrabook touch convertibili 2mm più spessi

Ultrabook touch convertibili 2mm più spessiIntel ritocca i requisiti per gli ultrabook nel 2012, in vista dell'arrivo dei modelli di ultrabook touch o convertibili. Questi ultimi potranno avere 2 millimetri di spessore in più rispetto ai modelli attuali.

Qualche settimana fa, vi abbiamo riportato in un articolo di approfondimento le linee guida sulla progettazione degli ultrabook con processori Intel Ivy Bridge, ma oggi possiamo aggiungere ulteriori dettagli. Lo scorso novembre, Intel ha parlato degli ultrabook convertibili con display touch, ma non ha rilasciato molte informazioni sui futuri modelli. L'azienda di Santa Clara ha trascorso gli ultimi mesi concentrandosi su questi nuovi notebook e su alcuni concept design, di cui un esempio è stato mostrato al CeBIT 2012 di Hannover.

Intel Ultrabook touchscreen

Con l'arrivo - ormai imminente - di Ivy Bridge, Intel deve chiudere la "pratica" Ultrabook definendo gli ultimi requisiti delle versioni touch convertibili. L'azienda di Santa Clara ha deciso che gli ultrabook touch o convertibili potranno avere 2 millimetri in più di spessore rispetto ai modelli non-touch. Intel consente ai produttori di adottare chassis con spessore inferiore o uguale a 21 millimetri per i modelli da 14 pollici (o superiori) e spessore minore o uguale a 18 millimetri per gli ultrabook con diagonale inferiore ai 14 pollici. Un ultrabook touchscreen o convertibile, più piccolo di 14 pollici, può dunque avere uno spessore di massimo 20 millimetri.

Il vero vantaggio degli ultrabook touch, rispetto agli ultrabook attualmente in commercio e soprattutto rispetto ai tablet combinati con tastiera (come Asus Transformer), sarà rappresentato dall'autonomia (superiore rispetto ai tablet dual-core e quad-core) ma anche dalla potenza maggiore del processore.

Ultimo aggiornamento Lunedì 26 Marzo 2012 12:29