Google+: caccia all'invito

Google+: caccia all'invitoGoogle+, ancora in fase beta, è riuscito a conquistare gli utenti in poche ore. Mountain View, per proteggere la stabilità del sistema, ha chiuso le iscrizioni e bloccato gli inviti.

Google+ è il nuovo social network dell'azienda di Mountain View. A poche ore dal suo lancio, il servizio è stato letteralmente preso d'assalto dagli utenti costringendo il motore di ricerca alla chiusura delle iscrizioni. La piattaforma è per ora ancora in fase beta ed un sovraccarico del sistema potrebbe compromettere la stabilità del social network ed i dati degli utenti già iscritti. Per questa ragione, come vi abbiamo anticipato nella serata di ieri, Google ha deciso di interrompere il flusso di utenti su iscrizione e garantire solo un accesso su invito.

Google Plus

Anche questo sistema, però, è stato disponibile solo per qualche ora prima che fosse raggiunto il limite massimo di capienza. Stop anche agli inviti. Gli utenti, quindi, rimasti a terra cercano alternative per procurarsi una chiave d'accesso al nuovo social network e ritargliarsi il proprio angoletto nella piazza sociale di BigG. L'ultima novità è la vendita dei propri inviti. Sono numerosi, infatti, gli internauti che hanno messo in vendita e all'asta i propri inviti su eBay: il costo va da 99 centesimi di dollaro a circa 18 dollari. L'iniziativa è stata apprezzata e gli inviti stanno andando a ruba!

Sembra proprio che Google abbia colpito nel segno: "la domanda di salire a bordo di Google+ è altissima. Noi dobbiamo muoverci in sicurezza, conservando il controllo della piattaforma", ha dichiarato Vic Gundotra, responsabile della dovisione di ingegneria industriale in Google. Al momento è difficile stabilire se Google sarà un successo o l'ennesimo fallimento. Gli utenti abbandoneranno Facebook per riversarsi su Google+? Il valore aggiunto di Google Plus è quello di essere strettamente legato agli altri servizi e prodotti di Google, al momento il sito più visitato al momento.

Ultimo aggiornamento Venerdì 01 Luglio 2011 13:07