Notebook, netbook, all-in-one e le altre novità MSI al Computex 2010

Netbook, notebook, all-in-one MSI al Computex 2010Ricostruiamo stile, identità e vision di MSI, tramite i nuovi prodotti lanciati al Computex 2010, dai netbook Wind U250 ed U160DX ai nuovi sistemi all-in-one Wind Top, passando attraverso portatili ultrasottili, notebook multimediali, dispositivi di input, motherboard, concept...

Ad un mese dalla conclusione del Computex 2010 ci interroghiamo su quali possano essere le tendenze disegnate dalla fiera in ambito mobile computing, quali notebook, netbook o tablet PC abbiano la maggiore carica innovativa e quali realtà siano emerse in modo più netto e preponderante. Fra le tante conferme e qualche esordiente, MSI è stata protagonista indiscussa dell'edizione 2010, fin dai prodromi, con una succosa anteprima europea ad Amsterdam.

MSI, performance sound, vision

L'Amsterdam Wharf è stato teatro del debutto del concept MSI SketchBook, un netbook con tastiera ruotabile per far posto ad un ampio touchpad che funge anche da tavoletta grafica, attorniato da tutti i prodotti in arrivo nei prossimi mesi: da un lato notebook da gioco dal design grintoso, netbook e nettop, dall'altro desktop all-in-one, schede video e schede madri.

Come sottolineato già nei nostri precedenti contributi, il tema scelto da MSI quest'anno è "Sound, performance, video": i PC non devono essere solo veloci, affidabili ed efficienti, devono riuscire ad emozionare. È questo il filo conduttore che unisce tutte le scelte tecniche che riguardano la nuova gamma di prodotti a marchio MSI, ma è anche il collante di tutti gli eventi organizzati dalla casa taiwanese per il Computex.

Visual artist durante l'evento pre-Computex all'Amsterdam Wharf

Un mix di performance artistiche e di esibizioni capaci di coinvolgere la mente ed i sensi degli spettatori: i musicisti del progetto MSI Massive Soul Inferno hanno inscenato un autentico concerto techno-jazz suonato sugli schermi multitouch dei PC MSI AE2420, mentre un overclocker spingeva fino a toccare i 31000 punti a 3DMark06 un sistema raffreddato ad azoto liquido con processore core i7 ed una scheda video MSI HD5870; allo stesso tempo un ritrattista disegnava caricature muovendo con precisione i suoi pennelli sullo schermo touchscreen di un all-in-one MSI, mentre un team di gamer professionisti si sfidava a Quake 2 Arena.

Padiglione MSI al Computex 2010

Dall'Europa passiamo direttamente all'Asia, dove MSI celebra l'ingresso nella top ten dei maggiori PC vendor al mondo con un ampio spazio espositivo allestito presso la nuova fiera di Taipei Nangang, nel quale abbiamo potuto ammirare in dettaglio le ultime novità della sua lineup insieme ai concept che prefigurano quelle che saranno invece le linee evolutive future. "MSI è balzata fra i primi 10 brand in 30 Paesi nei settori dei notebook e dei PC all-in-one, e conta di estendere questa posizione a livello globale entro il 2011. Siamo stati i primi a presentare un desktop all-in-one con display 3D ed i nostri notebook Wind U160 e X620 si sono aggiudicati l'ambìto riconoscimento German IF Award per il design", ha ricordato Joseph Hsu, presindente di MSI, che ha annunciato anche nuovi investimenti nel marketing e nella ricerca e sviluppo.

Il presidente di MSI, Joseph Hsu, durante la conferenza stampa al computex 2010

I vertici MSI non nascondono la soddisfazione per essere riusciti a traghettare il proprio patrimonio d'esperienze e la propria identità, ben rappresentata dallo slogan "Insist on the best", dal settore delle motherboard e schede video a quello del mobile computing e dei desktop compatti. La spinta verso il continuo miglioramento fa parte del DNA di questa dinamica multinazionale taiwanese e impone di spostare continuamente l'orizzonte verso nuovi traguardi e nuove sfide. Ne è un esempio l'enfasi con cui Sam Chern, direttore del marketing MSI, ha mostrato ai giornalisti raccolti al Computex il concept SketchBook ed i prototipi dei primi slate PC e smartpad dell'azienda, denominati rispettivamente MSI Wind Pad 100 e 110.

Sam Chern stringe in mano un concept di MSI SketchBook

MSI Wind Pad 100, in precedenza noto con il nome in codice "Slatebook", è un tablet PC con schermo multitouch da 10 pollici ed un efficientissimo processore Atom Z530 con architettura Silverthorne, che consente di raggiungere fino ad 8 ore di durata della batteria. Il sistema operativo scelto per questa macchina è Windows 7, ma per i fan dell'opensource è stato previsto anche un modello equipaggiato con sistema operativo Google Android 2.1 e processori ARM nell'implementazione di Samsung. Il nome di questo smartpad è MSI Wind Pad 110.

 

I due Wind Pad richiamano immediatamente alla memoria il tablet PC dual-screen svelato al CES 2010 Las Vegas. Si tratta di un tentativo originale e convincente di immaginare un dispositivo portatile che possa rimpiazzare ebook reader, tablet e netbook al contempo, riscuotendo immediato interesse e suscitando già qualche tentativo di imitazione. MSI ha deciso di avere un basso profilo al riguardo e non ha rilasciato nuovi dettagli, ma questo tablet è stato portato ad esempio da Mooly Eden durante la conferenza stampa di presentazione della piattaforma Atom Moorestown, facendo intuire che lo sviluppo possa essere ormai in fase avanzata.

Concept di Slate dual-screen MSI

È invece ancora in stato concettuale MSI Sketchbook, un portatile da 12 pollici dal design futuristico, che sfugge a qualsiasi classificazione attuale, anche se viene spesso incasellato nella categoria netbook. Abbiamo già accennato alla sua tastiera ruotabile a 360 gradi, che ospita sul lato inferiore un touchpad per disegnare o scrivere a mano libera, ma non è l'unica soluzione innovativa integrata in questo concept: il telaio è infatti trattato con una nuova finitura che si richiama ai minerali tanto per l'aspetto quanto per robustezza e resistenza.

MSI SketchBook

Nello stesso filone della ricerca sui nuovi materiali, si pongono i concept Serene e La Mode. Anche in questo caso, l'obiettivo dei designer MSI è quello di unire stile e funzionalità, studiando nuove decorazioni e nuovi rivestimenti dello chassis che possano contribuire al raffreddamento dei componenti interni, permettendo di realizzare un netbook Atom munito esclusivamente di un sistema di dissipazione passiva.

 

La posizione di leadership raggiunta da MSI nel settore dei PC portatili è stata consacrata dall'attribuzione di due importanti riconoscimenti: il Buyers Choice 2010 Award per il modello MSI XSlim X360, che è stato scelto dagli operatori del settore fra 91 finalisti per le sue qualità tecniche e stilistiche, ed il Computex 2010 Design&Innovation Award per il notebook MSI XSlim X620, già disponibile sul mercato italiano. Le motherboard MSI Big-Bang Fuzion e i sistema di car infotainment Funtoro Telematics hanno invece vinto entrambi il premio Best Choice of Computex Taipei Awards 2010.

Nelle pagine seguenti ripercorriamo le ultime novità MSI al Computex 2010, servendoci dell'esperta guida di Roberto Saponieri, Sales Manager di MSI Italia.

 

 


Nel 2008, MSI ha introdotto il primo netbook con schermo da 10", MSI Wind U100, uno dei modelli più popolari e longevi della sua categoria; nel 2009 è stata la volta dei primi laptop ultrasottili XSlim, antesignani di una nuova classe di device, che viene comunemente identificata come "notebook CULV". In questi anni, MSI ha accumulato un enorme patrimonio di conoscenze nel campo mobile, che si somma al precedente bagaglio di competenze maturate nel settore delle motherboard e delle schede video.

Notebook da  gioco MSI al Computex

Per questo, quando il presidente Joseph Hsu dichiara che MSI è pronta a far fruttare l'esperienza accumulata in ambito notebook e netbook negli ultimi anni per lanciare una scalata alla top-ten dei maggiori brand del settore, significa che un'intera nuova squadra di portatili MSI è pronta a scendere in campo. Parliamo di più di 30 differenti modelli di notebook, per innumerevoli configurazioni, suddivisi in 6 serie: serie C, dall'approccio classico e discreto, serie F, il top per quanto riguarda lo stile, serie G, leader incontrastata del segmento gaming e multimedia, serie Wind U, sinonimo di leggerezza, serie X-Slim, sorprendente per il suo design sottile, e serie P, dedicata alle esigenze dei professionisti.

I lettori di Notebook Italia conoscono già il notebook da gioco MSI GT660, perché oggetto di una ricca anteprima pubblicata in occasione del CeBIT 2010. Al Computex 2010 sono state definite con precisione le peculiarità di questo eccellente desktop-replacement, come l'estrema facilità di overclock resa possibile dalla tecnologia MSI TDE+ (TurboDrive Engine Plus), che consente di intervenire in modo incisivo sulla distribuzione delle risorse al processore ed alla scheda video.

MSI GT660

Al Computex 2010, MSI GT660 è stato mostrato in nuove varietà di colore per il palm-rest a nido d'ape e per il caratteristico display-lid a forma di scudo (rosso e blu in particolare), ed è stato usato in intense sessioni di gioco dai player professionisti dei team Fnatic ed Evil Geniuses. È un sistema maturo ed ormai pronto per la commercializzazione, che avverrà presto anche i Italia.

 

Un vanto del modello GT660 è il sistema di diffusori acustici realizzato in collaborazione con Dynaudio, celebre in tutto il mondo per i suoi sistemi Hi-Fi. Nel video di presentazione che abbiamo realizzato al Computex 2010 potete avere una prova tangibile dell'ottimo lavoro svolto su questa gamestation sul versante della potenza e della qualità acustica. La sorpresa annunciata a Taipei è però un'altra: MSI GT660 avrà un fratello maggiore, con schermo panoramico da 17 pollici, una macchina da gioco equipaggiata con potentissime schede video Nvidia Fermi mobile, che riesce a celare la propria mole sotto uno chassis modellato ad imitazione di quello del GT660. Questo notebook prenderà il nome di MSI GT760 ed era presente al Computex 2010 con un unico esemplare in teca, di cui vi mostriamo immagini e video in esclusiva.

MSI GT760, netbook da gioco

Design sofisticato, dotazione premium ed un ricco profilo multimediale ad un prezzo accessibile a tutti, sono invece i punti di forza dei cinque portatili della serie F: MSI FX400, FX600, FX610, FX700 e FR600. Equipaggiati con processori Intel Arrandale Core i3 o Core i5, tranne il modello FX610, che adotta la piattaforma AMD Danube Champlian, i nuovi MSI F sono corredati dalla suite THX TruStudio Pro, un set di strumenti specifici per migliorare la resa sonora, dal TruStudio Pro Crystalizer al TruStudio Pro Smart Volume. Il video seguente è tratto dal nostro articolo di presentazione del notebook MSI FX600:

 

Non solo performance ma anche design, perché la sigla F, che contraddistingue questi notebook, è tanto iniziale di "Formula" quanto di "Fashion". La ricerca estetica MSI raggiunge, infatti, la perfezione con questa nuova serie di PC portatili, dal look particolarmente equilibrato e curato nei dettagli, come il rivestimento opaco con decorazione a rilievo anti-impronta, la tastiera ad elementi isolati ed il bel touchpad incassato nel poggiapolsi.

Notebook  MSI serie F

Hanno un fascino classico i sette portatili della serie MSI C: CX410, CX420, CR420, CX620, CX623, CX720 e CR630, in vari formati, dai 14 ai 17 pollici. Rinnovati nel design, presentano uno chassis rifinito con la tecnologia di coating MSI Color Film Print, che serve anche a migliorare la resistenza del telaio alle abrasioni, una tastiera chiclet ed un touchpad integrato nella superficie del poggiapolsi. Per un migliore bilanciamento fra performance e durata della batteria, MSI ha dotato questi notebook di tecnologia Graphics Booster, un sistema di grafica ibrida che permette di passare dinamicamente dalla scheda video integrata all'acceleratore 3D dedicato.

MSI CX720

I professionisti, che cercano dal proprio notebook la massima efficienza e sicurezza, apprezzeranno il lavoro compiuto dal team di design MSI sul nuovo P600. Il risultato è un portatile cucito su misura per soddisfare al meglio le esigenze di chi fa business, a partire dal design sottile, elegante e pratico allo stesso tempo, come testimonia la fitta trama di minuscoli solchi che ricopre il telaio migliorando la presa e donando al P600 una marcata identità.

Chi viaggia per lavoro vuole semplicemente il meglio dal proprio portatile: MSI P600 offre il massimo dell'autonomia con una batteria ad 8 celle, prestazioni scattanti grazie ai nuovi processori Intel Core i5, la praticità del masterizzatore DVD integrato, un'ottima portabilità, perché pesa solo 2,4Kg nonostante il formato del display da 15,6", e la sicurezza di una doppia barriera di sicurezza a protezione dei propri dati sensibili, creata dal sensore biometrico per il riconoscimento delle impronte digitali e dal sistema di riconoscimento facciale EasyFace.

Chiudiamo la nostra rassegna dei nuovi laptop MSI presentati al Computex 2010 con le serie Wind U ed X-Slim, campionesse di leggerezza e durata della batteria. La gamma di netbook MSI, completamente rinnovata a gennaio, in occasione del CES 2010, viene aggiornata con i più recenti processori Intel e AMD. Nascono così i modelli da 10 pollici MSI Wind U135DX ed U160DX, entrambi provvisti di processori Atom Pinetrail N455, dotati di supporto per memorie DDR3 più veloci ed efficienti, e MSI Wind U200 ed U250 con display da 12 pollici di diagonale, basati rispettivamente sulle più recenti piattaforme ULV di Intel e AMD, in grado di assicurare una completa esperienza multimediale in un form-factor ultracompatto ed in un peso di appena 1,3Kg.

Ad oltre un anno dal loro debutto, il design tagliente dei notebook MSI X-Slim continua a raccogliere consensi e riconoscimenti, come il Taiwan Excellence Award vinto recentemente dal modello X340 o il Germany’s iF Product Design Award guadagnato dal modello X620. Raggiunta la perfezione estetica, le attenzioni del produttore taiwanese si sono potute concentrare su quelle che erano state le criticità evidenziate dai primissimi esemplari, ed in particolare sul potenziamento delle performance: nel segmento 13" è stato introdotto il nuovo MSI X-Slim X360 con piattaforma Intel mobile standard, veloci processori Intel Core i5 abbinati al plaform controller hub HM55, per un livello di prestazioni comparabile a quello dei notebook tradizionali ma con ingombri e consumi decisamente ridotti, mentre nella fascia dei 14" e dei 15,6", MSI X-Slim X420 e X-Slim X620 guadagnano una scheda video ATI Mobility Radeon HD 5430 con 1GB di memoria GDDR3 senza compromettere l'autonomia grazie alla tecnologia di grafica ibrida GPU Boost.

MSI X-Slim  al Computex 2010

Nonostante la lentezza e la discontinuità con cui le reti mobile broadband WiMAX si stanno diffondendo nel nostro Paese, tuttavia in America ed in Asia questa tecnologia sta conoscendo una diffusione più capillare, frutto anche dell'assenza di vincoli sulle frequenze di spettro. MSI è consapevole del legame strettissimo che unisce PC portatili e reti senza fili, ed ha deciso di supportare il WiMAX in tutta la propria lineup, dai netbook Wind U135 ed U140 ai notebook X-slim X350 ed X-slim X420. Un segnale incoraggiante anche per gli utenti italiani.

 


Le vendite di notebook hanno superato quelle di desktop. È un dato incontrovertibile, ma non tutti i desktop sono in contrazione, anzi c'è una famiglia di computer da tavolo che sta crescendo a ritmo esponenziale. Parliamo degli all-in-one o AIO come ci stiamo abituando a chiamarli in modo più spiccio. MSI è stata una delle prime aziende al mondo ad intuire le potenzialità di questa categoria di device, ha destinato risorse al loro sviluppo ed ora può schierare una linea di prodotti senza paragoni per numero e varietà.

All-in-one MSI Wind Top al Computex 2010

Fra questi figura MSI Wind Top AE2420 3D, il primo all-in-one 3D con schermo da 24" a 120Hz e tecnologia 3D Station che sfrutta gli occhiali 3D Infinity Shutter Glasses per generare l'immagine stereoscopica. L'uso di occhiali 3D attivi permette di risolvere i tipici problemi legati all'angolo di visione dei pannelli 3D e consente di convertire in modo tridimensionale immagini e film originariamente in due dimensioni. Convincente anche la prova dal vivo nella 3D Experience Area allestita nello stand MSI al Computex: in un ambiente isolato dalle luci e dai rumori della fiera, percorso da LED blu, i Wind Top AE2420 hanno esibito le loro doti di intrattenimento multimediale, fra giochi a controllo touch, film Disney e applicazioni 3D.

MSI 3D Experience al Computex 2010

Alcuni accorgimenti, come la cornice trasparente che circonda lo schermo e funge anche da base d'appoggio, alleggeriscono il design e consentono di dissimulare il volume di questa macchina. I due altoparlanti da 5W ed il subwoofer da 10W del sistema MSI Premium Sound technology si fanno sentire ma sono pressoché impercettibili alla vista. Ne risulta un'estetica sobria ed equilibrata che permetterà al Wind Top AE2420 di integrarsi in qualsiasi ambiente della casa. Completano il quadro potenti processori Core i5 e i7 ed una scheda video ATI Mobility Radeon HD5730.

MSI Wind Top AE2420 3D

L'accoppiata schede video ATI Mobility Radeon e processori Intel Core i3, i5 ed i7, con tutti i vantaggi delle tecnologie Turbo Boost (esclusi i Core i3) ed HyperThreading, caratterizza anche le restanti configurazioni di desktop all-in-one MSI dedicati all'home cinema: Wind Top AE2400, AE2260 ed AE2040. Una completa gamma di modelli dedicati all'intrattenimento multimediale, corredati dall'audio THX TruStudio Pro e da schermi che spaziano dalla diagonale di 20" a quella di 24", tutti con formato panoramico 16:9 e risoluzione Full HD.

Le caratteristiche di immediatezza e praticità degli AIO li rendono adatti anche all'impiego educativo e professionale, come POS nei negozi, come terminali nelle scuole o come guide interattive nei musei. Per queste tipologie d'uso, MSI presenta due prodotti specifici, Wind Top AP1920 e Wind Top AP2000. Il primo è un nettop da 19" equipaggiato con processori Intel Atom D525 dual-core (è previsto anche un equivalente consumer, con piattaforma hardware simile ma design diverso, denominato Wind Top AE1920), mentre il secondo può vantare una diagonale di 20" ed i nuovi processori Intel Core.

MSI Wind Top AP2000

Tutti i nuovi AIO MSI sono amici dell'ambiente perché producono un livello di emissioni di CO2 nettamente inferiore ai desktop tradizionali, fino al 90% in meno rispeto ad un PC fisso con alimentatore da 300W. È un risultato eccezionale frutto non solo della maggiore integrazione dei componenti ma anche della tecnologia proprietaria MSI ECO, che interviene già dal BIOS per ottimizzare il sistema ed adottare le impostazioni più utili per il risparmio energetico a seconda dell'architettura del processore. Inoltre, un bottone ECO consentirà all'utente di attivare manualmente la modalità di massima riduzione dei consumi, eliminando gli sprechi ed abbassando la luminosità dello schermo.

Simili attenzioni sono valse la certificazione Energy Star 5.0 da parte dell'Environmental Protection Administration (EPA) USA, la conformità alle più recenti direttive UE e la certificazione Green Mark, rilasciata dall'Environmental Protection Administration (EPA) taiwanese. Quest'ultima in particolare richiede che i consumi rientrino entro precise soglie ma anche che i prodotti possano essere disassemblati e riciclati con facilità, obiettivo centrato da MSI utilizzando su tutta la nuova gamma di desktop all-in-one vernici e rivestimenti privi di sostanze tossiche e scegliendo materiali riciclabili per l'80% dei prodotti. In aggiunta, anche gli imballaggi e la confezione impigano per l'80% carta riciclata.

In conclusione, merita un accenno una famiglia di desktop che si pone in netta antitesi rispetto a quella degli all-in-one. Ci riferiamo alle gamestation fisse, mastodontici tower PC che rappresentano tuttora la scelta obbligata per gli amanti delle prestazioni estreme. Anche in questo segmento MSI ha presentato alcune importanti novità al Computex 2010, nella forma delle macchine da gioco della serie Drakon, contraddistinte da un telaio in cui ogni dettaglio è stato studiato in collaborazione con Thermaltake per ottenere il massimo risultato. I nuovi Drakon M1 ed S1 possono vantare i più recenti processori Intel Core i7, accompagnati dal chipset P55 e da fulminee schede video DirectX 11 ATI Radeon HD serie 5000.

MSI Drakon, gamestation

Come è lecito attendersi da prodotti di categoria premium, i PC da gioco MSI Drakon mettono a disposizione degli utenti alcune features esclusive, come l'output audio 7.1 certificato THX, un alimentatore certificato 80 Plus, e possibilità di modding e overclock estremi, grazie al sistema di raffreddamento a liquido della CPU ed alla tecnologia proprietaria OC Genie, in grado di adattare automaticamente ed in modo pressoché immediato le impostazioni del sistema alle richieste contingenti.

 

 


Nell'area Gaming del padiglione MSI al Computex abbiamo assistito ad una live preview dell'iniziativa MSI BeatIT, una serie di tornei su 4 degli FPS più popolari, Call Of Duty 4, Counter Strike 1.6, Heroes of Newerth e Quake Live, con cui aggiudicarsi fiammanti notebook da gioco MSI GX660 e GT660 e premi in denaro battendo i player professionisti dei team Evil Geniuses e Fnatic. I vincitori accederanno alla finalissima che si svolgerà a Pechino nel week-end del 4 Settembre.

MSI Beatit gaming contest

Girovagando fra gli stand, ci si poteva imbattere in alcune anteprime di nuovi device che hanno risvegliato la nostra curiosità di geek. Ci riferiamo innanzitutto al robot aspirapolvere per il quale MSI aveva organizzato una demo corredata da video comparativo con iRobot Roomba. Per quanto possiate essere scettici su queste macchine, credo che rimarrete incantati a guardarle mentre puliscono il pavimento al posto vostro:

Un altro gadget interessante, e che potrebbe rivelarsi molto utile se arricchito di nuove features, è MSI GEasyViewer, un sistema di controllo gestuale che permette di individuare i movimenti dell'operatore associandoli ad operazioni sul desktop. Per il momento l'unica applicazione disponibile è un photo browser, un catalogo di fotografie da scorrere ed ingrandire usando i gesti delle braccia, ma sono già in cantiere alcuni semplici giochi che possano sfruttare questa tecnologia.

Il progetto di una scheda grafica esterna per notebook, risale addirittura al Computex 2007, quando MSI presentò il prototipo allora denominato Luxium. Al Computex 2010 MSI ha mostrato l'ultima evoluzione di questo prodotto, che prende il nome "GUS", acronimo di Graphics Upgrade Solution. È un box esterno capace di ospitare indifferentemente GPU ATI o Nvidia, che si collega al PC portatile tramite lo slot ExpressCard.

Nelle meeting room riservate del quarto piano della fiera di Nangang, è stato mostrato un dispositivo che rappresenta l'evoluzione degli occhiali 3D come siamo abituati ad intenderli oggi: MSI Wind 3D Armor si ispira sin dal nome all'universo militare e propone un curioso mix di cuffie ad alta fedeltà, occhiali 3D tipo shutter glasses, microfono e collegamento wireless. Un vero must per gli enthusiast gamer che potranno vivere l'esperienza di gioco immersi in un ambiente tridimensionale che coinvolge anche i suoni, restando al contempo totalmente liberi nei propri movimenti.

MSI Wind 3D Armor

Funtoro è espressione del gruppo MSI nel settore dei sistemi di infotainment per auto, treni ed aerei. È un mercato in grande espansione, per il quale MSI propone un sistema integrato di tipo MoD (Media-on-Demand). Si chiama “Telematics Box”, supporta fino a 60 monitor gestiti simultaneamente da un unico server e si è aggiudicato il Best Choice Award al Computex 2010 grazie all'originale combinazione fra piattaforma Google Android, cloud computing e telematica. Nella stessa occasione è stato annunciato anche "Air-Touch", un concept per un sistema MoD futuribile dotato di tecnologia 3D e di riconoscimento delle immagini.

Funtoro IVI system

Restando in ambito IVI, In-Vehicle Infotainment, MSI ha presentato al Computex 2010 la terza generazione del suo PC WindBox. WindBox III può vantare una sezione grafica potenziata per assicurare la riproduzione dei filmati in alta Definizione Full HD 1080p, ed i giochi 3D che fanno uso delle API DirectX10. Grazie al nuovo ventaglio di features multimediali questo desktop compatto potrà risultare utile in un più ampio numero di scenari d'uso, persino come sistema mediacenter domestico, magari montato dietro un televisore tramite attacco VESA.

Concludiamo con un rapido accenno ad una motherboard che rappresenta un autentico progresso nel campo dell'elaborazione multi-GPU: MSI Big Bang-Fuzion è la prima scheda madre al mondo a disporre dell'omonima tecnologia Fuzion che, tramite un controller Lucid LT22102 di Lucidlogix, consente di montare in parallelo più schede video di marca e di classe differente.

Da questa panoramica delle novità di MSI al Computex 2010 è evidente la volontà della casa taiwanese di proporsi con forza sulla ribalta della scena CE internazionale, con una linea completa di prodotti che coprono tutti i campi del computing (accessori compresi), e che anzi iniziano ad affacciarsi già a territori poco esplorati come quello della domotica e dei sistemi MoD veicolari. Gli obiettivi sono ambiziosi ma perseguiti con un'energia ed una capacità propositiva che speriamo possano restituire al mondo dei personal computer quella vivacità che è venuta meno in seguito alla crisi economica del 2009.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 29 Settembre 2010 17:58