Qualcomm Snapdragon 855 benchmark ed AI

Benchmark di Qualcomm Snapdragon 855Abbiamo condotto una serie di benchmark in anteprima su Qualcomm Snapdragon 855, aggiungendo oltre al nostro consueto set di test per processore, grafica e sistema, anche tre benchmark dedicati espressamente alla AI. I punteggi sono eccellenti ma allo stesso tempo rivelano l'incapacità dei benchmark tradizionali di fornire un ritratto credibile di un chip dalle innumerevoli qualità.

Qualcomm ha presentato il suo ultimo super-processore Snapdragon 855 a fine 2018 durante lo Snapdragon Summit, insieme alla variante Snapdragon 8cx per Connected PC, ma prima d'ora non era stato possibile effettuare benchmark su questa nuova piattaforma. Finalmente, al CES 2019, siamo riusciti ad avere un po' di tempo a disposizione con un reference design di smartphone Qualcomm Snapdragon 855 per effettuare una sessione completa di test che spazza via qualsiasi dubbio: con Snapdragon 855, Qualcomm riconquista la testa in tutti (o quasi) i benchmark, scalzando i più agguerriti Soc top di gamma rivali a 7nm.

In particolare è serrato lo scontro con l'Apple A12 Bionic che abbiamo inserito nella tabella comparativa che trovate qui di seguito per completezza ma che non sarà oggetto di confronto per evitare qualsiasi variabile legata al software e alla sua ottimizzazione. In estrema sintesi possiamo dire che il processore degli ultimi Apple iPhone è l'unico a contrastare il dominio indiscusso dello Snapdragon 855 in termini di prestazioni pure, dovrebbe mantenere il primato delle performance in single-core anche se il suo modem esterno marchiato Intel è meno efficiente e meno evoluto dello Snapdragon X24 integrato del SoC Qualcomm, senza contare che quest'ultimo può essere abbinato ad un modem esterno 5G!

Qualcomm Snapdragon 855: migliori prestazioni, connettività, AI e capacità multimediali

Molto più significativo è invece il confronto con il precedente Qualcomm Snapdragon 845 e con l'acclamatissimo HiSilicon Kirin 980 degli ultimi smartphone flagship Huawei ed Honor, che ci permette di apprezzare i progressi compiuti da Qualcomm in ambito ultramobile. Prima di passare ad esaminare i risultati dei benchmark sono però necessarie alcune premesse:

L'incremento delle performance di CPU e GPU è soltanto una minima parte dei tantissimi miglioramenti che sono stati introdotti da Qualcomm con il nuovo Snapdragon 855 e che coinvolgono gli ambiti dell'AI, del Multimedia e della Connettività. Oltre ai consueti test, abbiamo quindi deciso di aggiungere 3 benchmark dedicati espressamente all'Intelligenza Artificiale: ETH AI Benchmark, Ludashi AI Mark e AI Engine Demo, un benchmark creato appositamente da Qualcomm per sfruttare al meglio le potenzialità della sua nuova AI Engine.

Per qualche considerazione su Camera ed Intrattenimento invece dovrete attendere le nostre prime recensioni con gli smartphone commerciali con Qualcomm Snapdragon 855. Solo allora potremo realizzare qualche sample di foto e video utilizzando i software definitivi dei vari partner di Qualcomm e capire quanto concretamente incideranno le nuove tecnologie abilitate dal primo CV-ISP per smartphone.

 Qualcomm Snapdragon 855Qualcomm Snapdragon 845HiSilicon Kirin 980Apple A12 Bionic
CPU 8-core: 1 Prime core Kryo 485 Gold (ARM Cortex-A76-based) max 2.84GHz + 3 Kryo 485 Gold (ARM Cortex-A76-based) max 2.42GHz + 4 Kryo 485 Silver (ARM Cortex-A55-based) max 1.8GHz 8-core: 4 Kryo 385 Gold (ARM Cortex-A75-based) max 2.8GHz + 4 Kryo 385 Silver (ARM Cortex-A75-based)
max 1.80GHz
8-core: 2 ARM Cortex-A76-based max 2.6GHz + 2 ARM Cortex-A76-based max 1.92GHz + 4 ARM Cortex-A55 a 1.8GHz 6-core: 2 Vortex ad alte prestazioni max 2.49GHz + 4 Tempest ad alta efficienza
Memoria 4x 16-bit, 2133 MHz LPDDR4X 4x 16-bit, 1866 MHz LPDDR4X  4x 16-bit, 2133 MHz LPDDR4X LPDDR4X
GPU Adreno 640 Adreno 630 Mali G76 MP10 Apple GPU 4-core
ISP Spectra 380 dual-CV-ISP (max 48 MP single-camera / 22 MP dual-camera) Spectra 280 dual-ISP (max 32 MP single-camera /16 MP dual-camera) Dual-ISP Petra ISP
DSP Hexagon 690 con Tensor Accelerator (TPU) Hexagon 685 Dual-NPU Quin 8-core NPU
AI Qualcomm AI Engine 4th Generation (CPU+GPU+DSP+TPU) Qualcomm AI Engine erd generation (CPU+GPU+DSP) HiSilicon HiAI (CPU+GPU+NPU+ISP+DSP) Next-generation Neural Engine
Modem Snapdragon X24 LTE cat.20 2Gbps + Snapdragon X50 (opzionale) 5G Snapdragon X20 LTE cat.18/13 LTE cat.21 Intel PMB9955 esterno (Intel XMM7560) LTE cat.16/13
Litografia 7nm TSMC 10nm 2nd gen LPP Samsung 7nm TSMC 7nm TSMC

Abbiamo utilizzato come piattaforma di test il Qualcomm Reference Design per Snapdragon 855 (QRD) che, se non fosse per i loghi del chipmaker californiano, sarebbe impossibile distinguere da un comune smartphone. Ha un frame in metallo, una cover glossy sulla quale spicca una dual-camera posteriore ed uno schermo da 5.99" AMOLED con risoluzione di 2880x1440 pixel. La dotazione tecnica comprende anche 6GB di RAM LPDDR4X e il sistema operativo Android 9.

Qualcomm Snapdragon 855 Reference Design

QRD 855 ha l'aspetto di un comune smartphoneQuesto smartphone dall'aspetto anonimo monta processore Qualcomm Snapdragon 855 e supporta il 5G!

Nel volgere di qualche anno, Qualcomm è passata da utilizzare Mobile Development Platforms (terminali ingombranti e dall'aspetto poco elegante) a dei reference design compatti che, non solo servono da modello per i partner OEM, ma sono anche un ottimo esempio delle potenzialità dei nuovi chip. Gli stessi reference design possono integrare al loro interno anche un modem Snapdragon X50, i moduli modem-to-antenna per mmWave e Sub-6GHz e le relative antenne, dimostrando, più di tanti discorsi teorici, che Qualcomm ha vinto la sua scommessa sul 5G.

Queste soluzioni permetteranno l'arrivo sul mercato dei primi smartphone 5G con Qualcomm Snapdragon 855 già nella prima parte del 2019, utilizzando in molti casi gli stessi design già adottati e già in commercio, come nel caso dello Xiaomi Mi Mix 3.

  Qualcomm Snapdragon 855 (reference design 6GB RAM)Qualcomm Snapdragon 845 (Xiaomi Mi Mix3 8GB RAM)HiSilicon Kirin 980 (Huawei Mate 20 Pro 6GB)
Antutu     Totale 360946 284985 268836
CPU 120553 89237 101516
GPU 156492 126488 95822
Memory 10276 9511 11956
UX 73625 59749 59542
Geekbench 4  Single-core 3526 2369 3330
Multi-core 11071 8552 9858
GFX Bench     Car Chase offs. 2504 2052 1398
Manhattan 3.1 off. 4401 1989 1581
Tessellation 4739 4536 4384
ALU2 8774 7052 8376
Texturing 19821 MTexel/s 15440 MTexel/s 8978 MTexel/s
3DMark (Sling Shot ES3.1)   Totale 5484 4417 2518
Graphics 36/20,7fps 28,2/16,6fps 11/9,3fps
Physics 60,5/44,2/24,2 fps 50,9/34,2/22,6 fps 48,2/34,3/22,6 fps

PCMark (Work 2.0)

     
Totale 8986 8396 7621
Web browsing 7687 7161 7303
Video editing 5895 5932 5761
Writing 11047 9764 8490
Photo editing 17471 16473 11827
Data manipulation 6699 6105 6084
ETH AI Benchmark Totale 34735
Ludashi AI Mark Totale 2758
VGG16 1509
InceptionV3 693
Resnet34 556
AI Engine Demo Inferenze 155,3/s

I punteggi dei benchmark parlano da sé, ma non fanno giustizia alle reali potenzialità del Qualcomm Snapdragon 855. Com'è la reattività del sistema a confronto con Apple A12 Bionic o Kirin 980? Le performance restano buone anche se si utilizza lo smartphone a lungo o crollano dopo pochi minuti a causa del surriscaldamento? Qualcomm ha pubblicato i risultati di una serie di test interni che hanno confrontato lo Snapdragon 855 con due fra i migliori chip a 7nm attualmente sul mercato (Qualcomm non li nomina mai chiaramente, ma riteniamo che possa trattarsi di Apple A12 Bionic e Kirin 980).

Qualcomm: Snapdragon 855 ha tempi di avvio delle app più rapidi

I grafici di Qualcomm mostrano che l'avvio delle applicazioni su Snapdragon 855 è nettamente più veloce e che la piattaforma del "Red team" riesce a a sostenere meglio nel tempo un elevato livello di prestazioni di CPU e GPU rispetto ai concorrenti del "Silver team" e del "Blue team" che si comportano come ottimi sprinter ma come mediocri maratoneti, partendo di scatto e poi rallentando gradualmente per rientrare nei profili termici.

Qualcomm: Snapdragon 855 sostiene meglio le prestazioni sotto carico della CPU e GPU

L'elevata efficienza energetica dei nuovi Snapdragon 855 e la sua capacità di "sustained performances" rivestiranno una importanza fondamentale soprattutto in ambito gaming. Quello degli smartphone da gioco è infatti uno dei settori dominati nel 2018 da Qualcomm, che è stato fornitore dei processori impiegati da tutti i modelli presenti sul mercato, da Xiaomi BlackShark a Nubia Red Magic, da Razer Phone a ASUS ROG Phone. Una leadership insidiata da Huawei con la sua tecnologia proprietaria GPU Turbo ma che Qualcomm punta a mantenere anche nel 2019 contando su un asso nella manica: Snapdragon Elite Gaming.

Qualcomm Snapdragon 855 è la migliore piattaforma da gioco

Snapdragon Elite Gaming indica la presenza di un set di caratteristiche che garantiscono una esperienza di gioco mobile di primissimo livello e proprio lo Snapdragon 855 è il primo Soc Qualcomm a potersene fregiare. Possiamo considerarlo come un intero ecosistema dedicato al mobile gaming e che include, ad esempio, la tecnologia Q-Sync che, come per G-Sync o Freesync, sincronizza refresh rate e framerate per un'esperienza di gioco più fluida, e sul versante audio le tecnologie AptX Adaptive e Aqstic per latenze ridotte ed un audio più avvolgente in cuffia. L'obiettivo è quello di permettervi di giocare in HDR sul display dello smartphone, in 4K su monitor esterno, con una qualità d'immagine paragonabile a quella delle console grazie al supporto per Vulkan 1.1, Phisically Based Rendering e Cinematic Post Processing, e con tutta la velocità in mobile gaming promessa da 5G e WiFi 6.

I benchmark riescono solo a fornire un'idea parziale di tutto questo e un giudizio definitivo su Qualcomm Snapdragon 855 potrà essere espresso soltanto dagli utenti che sono sempre i recensori più puntuali e severi.

Ultimo aggiornamento Giovedì 17 Gennaio 2019 18:28