Home News HyperSpace su notebook e netbook Asus

HyperSpace su notebook e netbook Asus

HyperSpace su notebook e netbook Asus Asus adotterà la tecnologia Phoenix HyperSpace su alcuni notebook e netbook di nuova generazione: per poter usufruire del "sistema operativo istantaneo", gli utenti dovranno pagare una quota per la sottoscrizione annuale.

Phoenix Technologies ha presentato durante il CES 2009 di Las Vegas il suo nuovo sistema operativo "instant-on" HyperSpace, che estenderà le funzione del BIOS EFI provvedendo una serie di applicativi base, come ad esempio un web browser, software di instant messaging, gestione delle reti, caselle e-mail e contenuti multimediali, e così via. La peculiarità del nuovo OS Linux based sarà la velocità di caricamento, pari a pochi secondi, capace di proiettare l'utente in linea senza dover attendere il lungo avvio del sistema operativo principale, ed un risparmio energetico che permetterà di incrementare l'autonomia della batteria di circa il 25%.

HyperSpace di Phoenix

Tra i primi produttori che adotteranno la tecnologia HyperSpace di Phoenix vi sarà il colosso taiwanese Asus, che già da pochi mesi ha iniziato ad incorporare su alcune soluzioni un altro OS istantaneo, Device VM Splashtop (con il nome di Asus ExpressGate): non è ancora chiaro quali saranno i modelli ad impiegare HyperSpace, tuttavia è probabile che la sua implementazione coinvolgerà un buon numero di notebook e netbook di nuova generazione, come ad esempio la serie Omega. Stando alle prime informazioni disponibili, pare che per l'utilizzo di HyperSpace sarà necessario pagare un abbonamento annuale. Il sistema operativo di Phoenix Technologies sarà disponibile in due differenti versioni:

  • HyperSpace Dual: versione base progettata per Microsoft Windows XP e Vista, su sistemi privi di tecnologie di virtualizzazione hardware. Permetterà di caricare HyperSpace solamente a computer spento. Verrà implementato probabilmente su sistemi netbook o a basso costo. Il costo annuale sarà pari a 39,95 dollari.

  • Hyperspace Hybrid: versione avanzata ideale per notebook dalle performance elevate, permetterà di sfruttare la tecnologia di virtualizzazione dei processori Intel, e sarà in grado di coesistere con una sessione dei sistemi operativi Windows. Si potrà dunque interscambiare il sistema operativo senza la necessità di terminarne la sessione. Il prezzo per il pacchetto annuale sarà di 59,95 dollari.

Dopo l'adozione da parte di Asus, Phoenix HyperSpace sarà probabilmente accolto da altri importanti produttori di notebook, tra i quali l'altro gigante dell'isola di Taiwan, Acer. Gli analisti sono tuttavia scettici circa l'approccio scelto da Phoenix Technologies: in un periodo nel quale gli utenti accettano a malincuore l'obbligo di pagare la licenza del sistema operativo preinstallato in abbinamento con l'acquisto di un notebook, in che modo si potrà richiedere il pagamento di una quota annuale per un OS secondario dalle funzionalità ridotte?

 

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy