Home News Huawei studia batterie che si ricaricano in 5 minuti

Huawei studia batterie che si ricaricano in 5 minuti

Huawei studia batterie che si ricaricano in 5 minutiIn occasione del Battery Symposium in Giappone, Huawei ha mostrato una nuova tecnologia di ricarica rapida su due batterie per smartphone da 3000 mAh (48% in 5 minuti) e 600 mAh (68% in 2 minuti).

C'è un limite alla capacità della batteria degli smartphone, anche se qualche azienda sta tentando di superarlo (conoscete gli Oukitel K10000 e K6000?). Attualmente, ci sono due modi per aggirare l'ostacolo: renderli più efficienti con processori a basso consumo, migliorando indirettamente l'autonomia, o introdurre la ricarica veloce.

Huawei studia batterie che si ricaricano in 5 minuti

Huawei ha annunciato un importante passo avanti proprio sul secondo fronte: l'azienda cinese sostiene che le nuove batterie possano essere ricaricate 10 volte più velocemente rispetto a quelle in commercio, raggiungendo il 50% di ricarica nel giro di pochi minuti. La divisione "Watt Lab" di Huawei ha mostrato la nuova tecnologia al Battery Symposium in Giappone, la scorsa settimana, con due demo della batteria:

  • una batteria da 3000 mAh può essere ricaricata del 48% in 5 minuti;
  • una batteria da 600 mAh tocca il 68% dopo 2 minuti.

Sono ancora tanti i punti oscuri: ad esempio, i filmati mostrano delle batterie rimosse dal telefono ed inserite in un caricatore speciale, quindi non è nemmeno chiaro se sarà possibile ricaricarle rapidamente all'interno del terminale o sarà necessario ogni volta estrarle. Se però arrivassero davvero sul mercato, la nostra vita cambierebbe: potremmo parlare al telefono per 10 ore di fila ricaricando lo smartphone solo per qualche minuto, forse un po' scomodo soprattutto per chi è spesso in giro per lavoro, ma attualmente è la soluzione migliore per assicurarsi uno smartphone sempre acceso.

Tecnicamente, il sistema di Huawei è unico ma anche il più veloce fino ad oggi conosciuto: quasi tutti gli smartphone con chip Qualcomm sfruttano la tecnologia di ricarica rapida proprietaria, Quick Charge 2.0 o Quick Charge 3.0, e quelli che integrano già una porta USB Type-C come il Nexus 5X e il Nexus 6P possono ricaricarsi più velocemente di altri terminali con una microUSB standard. Purtroppo al momento non abbiamo dettagli sulla disponibilità delle nuove batteria e quando (se mai succederà!) saranno impiegate in smartphone, tablet ed altri dispositivi. Resta comunque un bel passo avanti.

Fonte: Android Police Via: Liliputing

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy