MeeGo su HP TouchPad in videoSu YouTube è stato scovato un video di pochissimi secondi che mostra il boot di una nuova versione del sistema operativo MeeGo sul tablet HP TouchPad.


E' stato valutato con sufficienza, bistrattato, venduto a soli 99 dollari, infine sospeso dalla produzione. Hewlett Packard quasi stava per uscire definitivamente dal mercato consumer anche a causa del suo insuccesso. E poi la trasformazione. La crew CyanoGen che sviluppa una versione di Google Android adatta al dual boot, la caccia al pezzo raro da parte degli appassionati, attratti dalle potenzialità del tablet di gestire diversi sistemi operativi, anche in dual boot. HP cambia CEO e torna sui suoi passi. Annuncia che riprenderà a produrre tablet, e lancia HP Slate 2. Forse non è tutto perso per HP TouchPad, forse c'è spazio anche lui sul mercato.

HP TouchPad

Negli scorsi giorni infatti è stato avvistato su YouTube un video di meno di 20 secondi che mostra soltanto la sequenza di boot di una nuova versione di MeeGo, proprio sul TouchPad. Al momento in realtà oltre all'avvio non viene mostrato nient'altro, ma è un segno che anche questo porting è in via di sviluppo. Si tratta di un fenomeno doppiamente interessante in questo caso, perchè continua a testimoniare un inusuale interesse per un tablet ufficialmente sospeso, proprio come il sistema operativo MeeGo.

Un primo, duro colpo al suo sviluppo era infatti già arrivato con l'accordo tra Nokia e Microsoft per far adottare al gigante finlandese il futuro sistema operativo di Redmond, cosa che aveva decretato automaticamente l'abbandono di MeeGo. A continuarlo ci aveva pensato l'altro partner storico, Intel, ma poi anche a Santa Clara hanno stretto una nuova alleanza: il sistema operativo confluirà infatti nel nuovo progetto Tizen, un OS open-source mobile basato su HTML5.

La versione di MeeGo che si vede nel video dunque non è nè l'ultima versione ufficiale, MeeGo 1.2, nè una nuova release. Si chiama infatti MeeGo 1.3 CE (Community Edition) ed è quindi chiaramente una versione sviluppata dalla comunità open source sorta attorno all'OS Linux-based. Insomma, pare proprio che, ancora una volta, la community di appassionati internazionale si sia dimostrata capace di gestire prodotti e nuovi sistemi operativi, restituendo una seconda giovinezza ad alcuni dispositivi.

Fonte: mynokiablog

Google News
Le notizie e le recensioni di Notebook Italia sono anche su Google News. Seguici cliccando sulla stellina

Commenti