HP prende il largo e stacca AcerHewlett Packard e Acer sono le due aziende a livello internazionale che hanno fatto registrare la maggior crescita nel corso del terzo trimestre del 2010. Vediamo in dettaglio la chiusura del loro terzo trimestre fiscale.

HP e Acer hanno chiuso il terzo trimestre del 2010 con una crescita media pari rispettivamente al 19% e al 10% e si aspettano un prossimo futuro decisamente positivo. Infatti, perlomeno in base ai dati rilasciati dai produttori, sembra che per il mese di novembre 2010 sia prevista una crescita di circa il 18% di notebook venduti da HP e del 5-10% per i portatili di Acer. Ricordiamo che nel mese di gennaio farà il suo ingresso sul mercato la piattaforma Intel Huron che dovrebbe portare nuova linfa vitale al settore, complice anche il periodo natalizio.

HP Pavilion DV6

E’ però bene sottolineare che, ai dati positivi soprattutto quelli legati ad HP, hanno contribuito in maniera importante le richieste provenienti dal settore business che ha fatto registrare numerose richieste. Secondo alcune stime, Hewlett Packard (che ha registrato un 5% di aumento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente) potrebbe vendere circa 4 milioni di device tra questo mese e il prossimo mese di dicembre. Nel mese di ottobre scorso, le vendite hanno raggiunto quota 3 milioni.

Considerando il mese appena trascorso, gli utili netti riportati da HP ammonterebbero a circa 2,54 miliardi di dollari, equivalenti a circa 1,10 dollari per azione. Acer, invece, si attesta intorno a 5,35 miliardi di dollari per il terzo trimestre del 2010, con una crescita pari all’11,5% rispetto al trimestre precedente. Il prossimo futuro sembra piuttosto roseo al punto che, Compal e Winstron, fornitori ufficiali Acer, prevedono per la fine dell’anno di consegnare rispettivamente 7 e 14,5 milioni di portatili in tutto il mondo

 

Commenti