Home News Nasce Gram, evoluzione di WebOS

Nasce Gram, evoluzione di WebOS

Nasce Gram, evoluzione di WebOSDa quanto emerso in Rete una nuova realtà aziendale starebbe prendendo forma dalle ceneri della WebOS Business Unit di HP. Si chiamerà Gram e sarà focalizzata su "software, user experience, cloud, engineering e sviluppo di partenariati" ma non più su quello di hardware consumer. Cosa vorrà dire esattamente?

Un breve, enigmatico comunicato è apparso in Rete, riportato sulle pagine di WebOS Nation. In pratica il documento sancisce la nascita di Gram una realtà aziendale sussidiaria di Hewlett Packard e formata dall'intero staff della defunta WebOS Business Unit, dipartimento che HP stessa aveva costituito all'indomani dell'acquisizione di Palm al fine di creare un sistema operativo proprietario per smartphone e tablet. L'avventura è invece andata malissimo e tutti sappiamo le vicissitudini attraversate lo scorso anno dal colosso statunitense che, in un momento di transizione delicata, aveva anche preso in considerazione la possibilità di abbandonare definitivamente non solo la produzione di tablet e smartphone e lo sviluppo dell'OS, ma anche l'intero mercato consumer.

HP Gram

A un anno di distanza le cose si sono stabilizzate, HP ha ripreso a pieno ritmo a sfornare nuovi interessanti device consumer e la crisi sembra risolta, tuttavia la grave situazione verificatasi ha di fatto concluso per sempre lo sviluppo interno di soluzioni interamente proprietarie, sia per quanto riguarda l'hardware che il software. Il patrimonio accumulato però era troppo prezioso per essere sperperato con tanta leggerezza: know-how, risorse umane e una piattaforma software di per sé validissima non potevano infatti semplicemente essere buttate nel dimenticatoio da un giorno all'altro.

Già nel passato recente HP aveva dunque accennato che avrebbe rilasciato il codice sorgente per trasformare di fatto WebOS in Open WebOS ma è solo con questo tassello che l'intero puzzle va a posto. Gram infatti, pur continuando ad operare all'interno di HP, potrà godere di un grado di libertà maggiore, tipico di una startup e non dovrà inoltre concentrarsi sulla creazione di prodotti finiti da commercializzare ma solo sullo sviluppo del software e sulla ricerca di partner, sia per quanto riguarda i fondi che le possibilità di adozione.

E' quindi molto probabile che Gram seguirà lo sviluppo da parte dei programmatori indipendenti di Open WebOS, collaborando con loro e soprattutto lavorando allo sviluppo parallelo dei servizi cloud e di Enyo, l'ambiente di sviluppo che in realtà sarebbe perfettamente adatto non solo a scrivere web app adatte a WebOS ma anche a qualsiasi sistema operativo mobile contemporaneo.

Nonostante il comunicato sia brevissimo e lasci quindi molto per il momento all'immaginazione, non è affatto difficile immaginare quindi che Gram cercherà anche produttori hardware interessati all'adozione di un ecosistema completo, che può contare su un affidabile gruppo di sviluppo professionale. Non resta dunque che attendere per vedere se Gram e Open WebOS porteranno a frutti concreti o faranno la fine di altri progetti naufragati nel nulla, come ad esempio MeeGo o Tizen.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy