Home News Google si piega alle regole dell'Antitrust

Google si piega alle regole dell'Antitrust

Google si piega alle regole dell'AntitrustGoogle avrebbe accettato le condizioni imposte dall'Antitrust sui suoi servizi di Google Adsense e Google News, rivelando agli editori (suoi clienti) le percentuali di guadagno relative.

Da una recente indagine dell'Antitrust su alcuni servizi gestiti da Google, sono emerse alcune anomalie. Secondo l'autorità americana, infatti, il gigante di Mountain View sarebbe tenuto a comunicare ai suoi clienti (o meglio agli iscritti al programma di inserzioni pubblicitarie Adsense) dati ed elementi utili per la determinazione del proprio fatturato. Oggi, Google invia agli affiliati il relativo importo, che varia ogni mese in funzione di alcuni parametri mai rivelati.

Google

In particolare, il primo motore di ricerca calcola la somma inviata a sua discrezione, non ha l'obbligo di comunicare come tale quota sia stata raggiunta e può modificare i pagamenti, i prezzi e i paramentri senza alcun controllo. Tutte ciò ha spinto l'Antitrust a chiedere maggiore trasparenza all'azienda di Mountain View, che si impegnerà quindi ad una revisione della sua policy. Google non solo renderà noti i guadagni derivati dalla pubblicità di Adsense, ma fornirà anche le percentuali e i parametri su cui queste somme sono calcolate.

In questo modo, l'affiliato avrà la possibilità di valutare con maggiore trasparenza le offerte della concorrenza. A questo, Google aggiunge anche un altro cambiamento. Il motore di ricerca sarà indipendente dal servizio Google News, in modo che chi chiede l'esclusione dal servizio di notizie non scomparirà dal motore di ricerca. L'amministratore di un sito potrà inoltre chiedere a Google di escludere singole pagine dall'indicizzazione di Google News, attraverso l'assistenza online. L'Antitrust si esprimerà su queste proposte entro il prossimo 30 settembre.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy