Home News Google e Samsung: accordo decennale sui brevetti

Google e Samsung: accordo decennale sui brevetti

Google e Samsung: accordo decennale sui brevettiConsiderando le innumerevoli denunce per violazione di brevetti nel settore mobile (smartphone/tablet), Google e Samsung hanno siglato un accordo decennale sulla proprietà intellettuale. Uniti si è più forti contro i propri concorrenti.

Per proteggersi meglio contro le denunce dei rispettivi concorrenti, Google e Samsung hanno deciso di rafforzare la loro partnership che ora include la condivisione della proprietà intellettuale. Il multitouch, l'ergonomia del sistema, le tecnologie di sincronizzazione, l'uso di diversi sensori o componenti della fotocamera, alcuni elementi fondamentali nella struttura del dispositivo sono sempre più spesso al centro di guerre legali per la paternità dei brevetti. In questo ambiente molto competitivo, Google è ancora più vicina al suo principale partner Samsung, che oggi detiene oltre l'80% del mercato Android.

Android

In una dichiarazione ufficiale, Samsung ha riportato le parole di Allen Lo, responsabile della proprietà intellettuale di Google, che dice: "Siamo lieti di firmare questo accordo con il nostro partner Samsung (...) perché consentirà ad entrambe le aziende di ridurre i contenziosi e concentrarsi maggiormente sull'innovazione". Per Seungho Ahn, direttore del centro di proprietà intellettuale di Samsung, è un esempio per il resto del settore perché "la cooperazione è meglio di uno scontro".

Come ben saprete, da alcuni anni Samsung è nel mirino di Apple che rivendica brevetti in USA, Asia ed Europa, mentre Google e molti produttori partner - tra cui Samsung - sono accusati da Rockstar Bidco Group, una società fondata da Microsoft, Apple, Sony e BlackBerry, per la violazione di brevetti proprietari. Ad oggi, Redmond è riuscita a spuntare diversi accordi con le aziende raccogliendo un paio di dollari sulla vendita di ciascun terminale che utilizza le proprie tecnologie. Per rafforzarsi, Google ha acquisito Motorola Mobility ad agosto 2011 per 12.5 miliardi dollari, ma secondo gli specialisti del settore l'operazione mirava a recuperare i brevetti della società.

L'accordo tra Google e Samsung include la condivisione delle rispettive tecnologie proprietarie, ma anche i brevetti che saranno depositati nei prossimi 10 anni. Le due aziende non sembrano aver limitato l'alleanza al solo settore mobile.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy