Home News Google Nexus Q: smontaggio

Google Nexus Q: smontaggio

Google Nexus Q: smontaggioSiete curiosi di sapere cosa c'è dentro Nexus Q, il nuovo media player che Google ha presentato di recente durante il Google I/O come accessorio di Nexus 7? Eccovi allora di seguito il riassunto completo del disassemblaggio con tutti i segreti di questo nuovo prodotto.

Google Nexus Q è un interessante media player da poco introdotto da Google. Nella forma di una sfera nera con finitura opaca e anello retroilluminato con LED azzurri del diametro di 116 mm e del peso di 923 g, racchiude un amplificatore in classe D da 25 W, un SoC Texas Instruments OMAP4460 con processore quad core ARM Cortex A9 e sottosistema video PowerVR SGX540, abbinato ad 1 GB di memoria RAM e 16 GB di memoria interna, il tutto controllato dal sistema operativo Google Android 4.0 Ice Cream Sandwich.

Google Nexus Q

All'esterno vi è una ricca dotazione di porte che comprende quattro jack audio, un'uscita audio digitale di tipo ottico TOS/Link, un'uscita video HDMI e una porta micro USB, oltre ai moduli Ethernet 10/100, WiFi 802.11n, Bluetooth e NFC (Near Field Communication), che permette di avviare la riproduzione di un contenuto digitale presente su un dispositivo Android, semplicemente avvicinandolo al Nexus Q.

Un simile concentrato di tecnologia deve aver adottato soluzioni interessanti per la sistemazione interna e ovviamente i colleghi di iFixit, sito che si occupa di smontare tutti i device più famosi per verificarne la facilità di manutenzione, non poteva resistere al suo richiamo, così, dopo aver già disassemblato il tablet Nexus 7, è stata la volta del nuovo media player di Mountain View. Il giudizio finale è stato molto positivo, il Nexus Q è semplicissimo da smontare, la parte superiore si rimuove addirittura senza attrezzi e all'interno è stato usato pochissimo l'adesivo, mentre il resto è fissato con viti normali e cavi con attacchi fast-on.

Anche sulla motherboard sono pochi i componenti saldati e quindi la sostituzione della maggior parte degli elementi è relativamente molto facile. Oltre alla piattaforma hardware, che abbiamo già elencato, vale la pena ricordare anche la presenza dell'amplificatore digitale con equalizzatore e supporto alla funzione DRC (Digital Room Correction) Texas Instruments TAS5713 da 25 watt, che si occupa del sistema audio. In generale la votazione ricevuta è 8 su 10, dove il voto più alto indica la massima facilità di smontaggio e manutenzione.

Gli unici particolari che hanno abbassato la votazione finale sono soltanto la difficoltà a rimuovere alcuni dei componenti a causa delle dimensioni interne contenutissime e la presenza della sezione di alimentazione esposta, cosa che rende l'intervento all'interno potenzialmente rischioso se non si è dei tecnici esperti.

Commenti (1) 

RSS dei commenti
nexus q ha una cpu dual-core,non quad come riportato sopra.l'omap4 come serie e' tutta dual-core,sia 4430 che 4460 e 4470
l'omap 5 nuovissimo,e' pure un dual-core ma con architettura a15 invece che a9
ciaoo  
sert00

sert00

agosto 15, 2012

Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy