Home News Google-Motorola: l'ultima delle più grandi acquisizioni

Google-Motorola: l'ultima delle più grandi acquisizioni

google-motorola: l'ultima delle più grandi acquisizioniDopo la maxi acquisizione di Motorola Mobility per 12.5 miliardi di dollari, Google chiude una serie di operazioni finanziarie da record. L'ultima però è senza dubbio la più importante, strategica e costosa.

Con l'acquisto della divisione mobile di Motorola, specializzata nella produzione di smartphone e tablet, Google segna un nuovo colpo e dà un forte scossone al mercato hi-tech. L'acquisizione di Motorola Mobility è costata a Mountain View 12.5 miliardi di dollari, una cifra impensabile, la più grande operazione finanziaria compiuta nella storia di Google. In cambio, la società canadese passerà a BigG circa 25 mila brevetti, con i quali Google potrà respingere gli attacchi inferti da Apple e Microsoft, sue acerrime rivali.

Google a Mountain View

Nonostante fosse necessaria, l'operazione Google-Motorola è costata molto più di qualsiasi altro acquisto dalla nascita di Mountain View, 4 settembre 1998. Potremmo infatti stilare una piccola classifica con le 10 acquisizioni più costose di Google, dimostrando che l'atto nei confronti di Motorola non è solo un investimento ma anche una conseguenza del complicato, quanto difficile, scenario tecnologico attualmente in atto. I brevetti, infatti, sono diventati armi inviolabili con le quali i grandi colossi dell'elettronica si sfidano, decidendo sulla morte o sulla vita di un progetto. Nello specifico, Android.

Al secondo posto dopo Motorola Mobility (12.5 miliardi di dollari), troviamo DoubleClick, nota società pubblicitaria acquisita per 3.1 miliardi di dollari. Segue naturalmente YouTube, con 1.65 miliardi di dollari, un'acquisizione avvenuta nel 2006 sottostimata per le numerose cause sui diritti di copyright contro il portale di video-sharing. Al quarto posto, per 750 milioni di dollari, spicca AdMob, società di advertising online per dispositivi portatili.

Nella parte bassa della lista, troviamo ITA Software e Postini, rispettivamente acquisiti per 700 milioni di dollari e 625 milioni di dollari. Il primo ha fornito un contributo nella realizzazione degli algoritmi di ricerca su viaggi e voli aerei, mentre la seconda società è alla base dello sviluppo di Gmail. Il settimo posto è occupato da Admeld (400 milioni di dollari), che ha ottimizzato i banner pubblicari, mentre all'ottavo posto c'è Slide (182 milioni di dollari), una software house specializzata nello sviluppo di applicazioni, tra cui una per la condivisione di fotografie.

Chiude la classifica WideVine Tech, in nona posizione acquisita con 150 milioni di dollari, necessaria per lo sviluppo della Google TV e On2 Technologies, comprata per 133 milioni, per sviluppare codici video. Alla luce di questo denaro e di questa classifica, vi sembra esagerata la cifra spesa per Motorola Mobility?

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy