Home News Gli italiani preferiscono YouTube ai giornali

Gli italiani preferiscono YouTube ai giornali

Gli italiani preferiscono YouTube ai giornaliStretta fra blog, portali online, social network e Youtube, la carta stampata è sempre più in ombra. La crisi dei media tradizionali fotografata dal rapporto Censis/Ucsi.

Nonostante per qualcuno siano ancora soltanto fenomeni preoccupanti da arginare con ogni mezzo, i media online - blog, portali, social network come Facebook e servizi di condivisione di risorse come Youtube - sono diventati una risorsa indispensabile tanto per il business quanto per l'informazione. La conferma arriva dal rapporto annuale Censis/Ucsi che mette in cifre la crisi della carta stampata a vantaggio dell'informazione digitale.

Youtube

Nel volgere di un anno i lettori di riviste cartacee e giornali sono diminuiti circa del 5%, passando dal 65,1% al 60,7%. Il dato è di gran lunga peggiore se si considera che è aumentata considerevolmente la fetta di lettori di free press: coloro che acquistano un quotidiano in edicola sono diminuiti del 54,8%! Altrettanto significativo il calo dei lettori di periodici.

Tengono botta, invece, i libri (pressoché stabili) e la televisione, sempre più utilizzata anche come strumento di informazione. Anche quest'ultima, però, risente della concorrenza dei nuovi media ed in particolare di Youtube, che spadroneggia fra i giovani con picchi del 90% e riesce a fare breccia anche fra gli adulti (circa 60%).

Segnaliamo ai lettori di Notebook Italia e agli utenti del social network, che è possibile seguire le ultime notizie sui notebook anche sul nuovo Gruppo Notebook Italia su Facebook. Registratevi per partecipare alla community!

 

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy