Home News Firmware per Kindle Fire: bug risolti e root annullato

Firmware per Kindle Fire: bug risolti e root annullato

Firmware per Kindle Fire: bug risolti e root annullatoAmazon ha reso disponibile il firmware 6.2.1 che, tra le altre cose, va ad annullare qualunque operazione di root eseguita sul proprio tablet Kindle Fire. Ma quanto durerà questa “protezione”?

Nelle scorse settimane, Amazon ha ammesso ufficialmente di aspettarsi hack e modifiche al firmware del suo nuovo tablet per adattarlo alle proprie esigenze. Vi avevamo anticipato anche che l’azienda non avrebbe probabilmente reso troppo facile l’operazione e il tempo ci ha dato ragione dal momento che, l’ultimo aggiornamento al firmware - corrispondente alla versione 6.2.1 - renderà di fatto abbastanza complesso ottenere i privilegi di amministratore. Questo non significa che non sarà più possibile rootare Kindle Fire ma sarà semplicemente necessario procedere diversamente.

Amazon Kindle Fire

In pratica, il firmware 6.2.1 elimina di fatto i privilegi di root sui tablet in cui erano presenti. Diversamente dalle altre versioni, non è sufficiente riavviare il dispositivo utilizzando l’utility SuperOneClick per tornare allo stato originario. Kindle Fire di Amazon è progettato per ricevere gli aggiornamenti in modo automatico quando è connesso tramite WiFi ad internet. Questo significa che se il proprio device ha subito variazioni software non ufficiali, si corre il rischio di veder annullati i propri sforzi.

La buona notizia è che la release 6.2.1 è stata introdotta anche per rispondere alle diverse lamentele degli utenti che hanno avuto modo di verificare la lentezza del sistema operativo di derivazione Android e la scarsa reattività del display touchscreen. Nei giorni scorsi, infatti, vi avevamo annunciato l’intenzione dell’azienda di far fronte, perlomeno parzialmente, ad alcune problematiche sorte al momento del lancio ufficiale del tablet che, lo ricordiamo, ha scalato velocemente le classifiche di gradimento del settore al punto di aver raggiunto circa tre milioni di vendite nel giro di sole tre settimane dal lancio ufficiale avvenuto lo scorso novembre.

Ad ogni modo se non si vuole rinunciare ai privilegi di root, è possibile installare una ROM come la CyanoGenMod che previene gli aggiornamenti automatici, seguendo alcuni passaggi dopo aver disattivato il WiFi. Chiaramente, quello che segue, richiede una certa perizia e va a modificare l’assetto software del tablet. La prima cosa da fare è scaricare e lanciare l’utility Kindle Fire Utility. Successivamente si deve connettere il tablet ad un PC tramite interfaccia USB e utilizzare la funzione ZergRush.

Come ci suggerisce Liliputing, poi, è necessario scegliere l’opzione “Install latest TWRP Recovery” per consente di effettuare il backup e il restore del proprio firmware personalizzato. Per finire, si deve sostituire il bootloader originale con il nuovo FireFireFire, copiare il file update.zip relativo alla ROM CyanoGenMod nello storage del dispositivo, spegnere il tablet e riaccenderlo tenendo premuto il tasto Power. Comparirà una sorta di triangolo con un fuoco al centro, momento in cui si deve premere il tasto Power per due secondi per entrare nell’utility TWRP 2.0 ed eseguire il file .zip.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy