Facebook spia la chatIl capo della sicurezza di Facebook, Joe Sullivan, ha comunicato che le conversazioni in chat degli utenti del social networking sono sistematicamente controllate per individuare eventuali comportamenti sospetti.

La chat di Facebook è come una stanza dalle pareti sottili: c'è chi origlia. Stando alle ultime informazioni in Rete, Facebook potrebbe controllare, monitorare e archiviare le conversazioni degli utenti del social network per carpire informazioni potenzialmente sospette. Non si esclude, poi, che Facebook passi eventualmente questi "documenti" alla polizia, che agirà nel rispetto della legge. Lo scopo è quello di identificare e punire reati in modo più veloce, rispetto a quanto si faccia oggi.

Facebook amicizia

Gli algoritmi utilizzati da Facebook reperiranno qualsiasi scambio di informazioni personali o linguaggio offensivo, ma anche alcune situazioni "stra-ordinarie", come la chat tra due persone di età molto diversa. Il software sarebbe anche in grado di identificare persone già condannate per reati, come pedofilia o violenza sessuale. I programmi di monitoraggio prenderanno in considerazione anche frasi usate in passato dai criminali nelle chat sul sito. Dopo aver raccolto questi dati sospetti, il responsabile della sicurezza del sito avrà il compito di scegliere cosa fare: contattare o meno la polizia.

Per evitare i - già noti - problemi sulla privacy degli utenti, Facebook ha preso le sue precauzioni in materia. Andando a spulciare le condizioni generali del social network, si può leggere che "può essere richiesto a Facebook di presentare le informazioni degli utenti alla polizia". Probabilmente una simile frase riesce a fermare un crimine, ancor prima di essere commesso.

Commenti