Facebook cambia rotta e protegge la privacy dei suoi utentiFacebook rivede le sue impostazioni di default: gli utenti pubblicheranno messaggi automaticamente visibili solo agli "amici" e non al "pubblico". In questo modo il social network spera di proteggere la privacy dei suoi iscritti.


L'ultimo cambiamento di Facebook, probabilmente, è un dettaglio che gli utenti più vecchi del social network hanno già avuto cura di impostare, ma è comunque degno di nota. Mark Zuckerberg ha annunciato che i post pubblicati dai nuovi iscritti (o da coloro che lo diventeranno a breve) saranno visibili di default solo per gli "amici" e non per chiunque si colleghi alla bacheca dell'utente. Negli ultimi 5 anni, infatti, gli utenti appena iscritti al social network hanno pubblicato messaggi nella propria timeline, leggibili per tutti gli utenti di Facebook che visitavano la pagina, fatta eccezione per chi - consapevole dei rischi legati alla privacy - modificava per tempo le impostazioni di default.

Facebook e privacy

Optando per la visualizzazione per soli "amici", Facebook ha fatto una scelta saggia che consente agli utenti meno esperti di "limitare" i propri messaggi solo ai contatti più stretti. La modifica delle impostazioni può essere effettuata direttamente nel box in bacheca o nella pagina dedicata alla privacy. Come se non bastasse, nelle prossime settimane, Facebook metterà a disposizione degli iscirtti uno strumento per gestire in modo più semplice le impostazioni sul social network.

Oltre a proteggere le informazioni scritte in timeline, Facebook si è preoccupato anche di salvaguardare i dati sensibili dell'utente trasmessi tramite Facebook Connect, quell'applicazione che consente di collegarsi a siti/servizi utilizzando le credenziali di Facebook. D'ora in poi, gli utenti potranno effettuare il login tramite Facebook, ma decidendo quali dati condividere, o scegliere il login anonimo. Finalmente l'utente conta più delle sue informazioni.

Commenti