Home News Facebook: Gruppi blindati e privacy rafforzata

Facebook: Gruppi blindati e privacy rafforzata

Facebook: Gruppi blindati e privacy rafforzataFacebook ha effettuato ieri un importante aggiornamento, di cui il fondatore Mark Zuckerberg ha esposto nei dettagli le funzionalità e i risultati nel corso di una conferenza stampa.

Le feature introdotte ieri in Facebook mettono nuovamente l'accento sulla protezione della privacy, principale fonte di preoccupazione dei media e degli esperti sul social network che conta comunque più di 500 milioni di iscritti. La funzione "Gruppi" è stata rivista interamente. Ora risponde alle stesse regole della lista di amici: condividere i contenuti con solo una parte degli propri amici, in modo semplificato. La creazione di un gruppo, privato di default, è stata così ridotta allo stretto necessario.

Facebook

Un unico indirizzo di posta elettronica permette inoltre di condividere un contenuto con ogni gruppo semplicemente inviando una mail. Contrariamente alla lista di  (strettamente personali), i gruppi e l'elenco degli iscritti sono destinati ad essere condivisi tra gli amici. I nuovi amici, che recentemente hanno stretto amicizia con uno dei vostri, avranno così accesso al contenuto da condividere sul vostro gruppo di amici comuni. Se desiderate negare l'accesso ad un contenuto ad uno solo dei vostri amici, sarete costretti a creare un altro gruppo senza quest'ultimo.

Dopo aver semplificato i parametri sulla riservatezza dei dati, Facebook lancia anche una nuova interfaccia, che offrirà una maggiore visibilità alle informazioni sulle applicazioni utilizzate, con un breve riassunto sui dati utilizzati in passato. Naturalmente, i paramenti di un'applicazione potranno essere modificati o l'app potrà essere eliminata completamente. L'ultima funzione permette infine di recuperare tutte le informazioni o un contenuto pubblicato su Facebook in un solo file.

Tutti i messaggi, pubblici e privati, le fotografie ed anche le informazioni presenti nel profilo di un utente saranno archiviate su file, che si potrà caricare dal proprio computer e non da Internet. La sicurezza risulta più rafforzata per questa funzione dalla pagina "parametri dell'account", tanto che l'accesso è protetto da una password e dalla risposta ad alcune domande di sicurezza.

Segnaliamo ai lettori di Notebook Italia e agli utenti del social network, che è possibile seguire le ultime notizie sui notebook anche sul nuovo Gruppo Notebook Italia su Facebook. Registratevi per partecipare alla community!

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy