Electronic Arts prepara giochi per Windows Phone 8Electronic Arts, o EA Games com'è più conosciuta dagli appassionati del settore, starebbe preparando dei nuovi titoli espressamente destinati al nuovo sistema operativo Microsoft Windows Phone 8, che debutterà il prossimo ottobre. Ci sono quindi ancora prospettive per l'OS mobile di Redmond?

Chi pensa che Microsoft sia entrata troppo tardi nella competizione con un proprio OS destinato agli smartphone, per giunta ancora acerbo e con un market meno ricco rispetto ai concorrenti, probabilmente sta tirando conclusioni troppo affrettate. Sono in molti infatti a contare ancora sulla soluzione Microsoft, per molti versi innovativa rispetto a Google Android o Apple iOS, ad esempio i diversi partner OEM che hanno deciso di produrre il prossimo autunno un device con questo OS o il colosso dei videogiochi Electronic Arts, che starebbe sviluppando dei titoli proprio per Windows Phone 8.

Windows Phone 8

Il fatto che un tale gigante dei videogiochi stia investendo dei capitali per poter essere presente su questa piattaforma può infatti sembrare una notizia sorprendente e probabilmente in controtendenza rispetto a quanto ci dicono i meri numeri, che sembrano invece indicare una forte difficoltà da parte di Microsoft nel far emergere il proprio Windows Phone, attualmente arrivato alla versione 7.5. Nonostante i grandi sforzi profusi dal gigante di Redmond e le ampie potenzialità del proprio sistema operativo, decisamente superiore al precedente Windows Mobile e per certi versi innovativo anche rispetto ai competitor, Windows Phone non è infatti ancora riuscito a superare ma nemmeno ad avvicinare le quote di market share di Android e iOS.

Il primo in particolare detiene ormai ben il 70 % del mercato, mentre il secondo si attesta attorno al 17 %. A Microsoft restano dunque al momento solo le briciole, con un misero 3.5 %. La software house comunque non si è arresa e con la nuova release Widnows Phone 8, prevista per l'autunno, mira anzi a introdurre tutta una serie di novità e nuove funzionalità che dovrebbero aumentare il gradimento presso gli utenti, e anche ad attrarre sviluppatori, perché si sa che le guerre attualmente si vincono con la creazione di un ecosistema consistente e trasversale dal computer desktop allo smartphone e grazie a un app store ricco.

L'interesse manifestato dunque da un gigante come Electronic Arts confermerebbe che gli sforzi di Microsoft stiano già dando i primi risultati. Se anche Windows 8 dovesse andare bene poi ci sarebbero anche le premesse per quell'ecosistema profondamente integrato, anche con i servizi cloud, che finora solo Apple ha sempre potuto vantare tra tutti i competitor, visto che a Google manca un vero e proprio sistema operativo per computer fissi e notebook.

Commenti