Home News Ebook reader con display LG E-ink flessibili da aprile

Ebook reader con display LG E-ink flessibili da aprile

Ebook reader con display LG E-ink flessibili da aprileLG ha avviato la produzione di massa di un display E-Ink flessibile, che sarà consegnato a vari ODM cinesi, nella speranza che i primi prodotti finiti possano sbarcare in Europa già ad aprile. Il sogno di un giornale digitale flessibile sta finalmente per avverarsi?

Display a inchiostro digitale, o E-Ink che siano anche flessibili, un sogno inseguito da molti, ma che finora era rimasto tale. L'anno scorso ad esempio avevamo visto un prototipo di Sony e di LG in collaborazione con Philips, in sviluppo dall'ormai lontano 2007, ma nessuna azienda finora era riuscita a sviluppare una tecnologia adatta alla produzione di massa. Oggi però, con un comunicato stampa, LG ha preso tutti in contropiede, annunciando di aver avviato la produzione in volumi del primo display E-Ink pieghevole.

LG e-ink flessibile

Diverse fonti coreane inoltre hanno affermato che i nuovi pannelli saranno consegnati a diverse ODM (Original Design Manufacturer, ossia quelle aziende progettatrici e produttrici di articoli rivenduti a terzi che poi li marchieranno col proprio brand) cinesi, con la speranza che i primi prodotti finiti possano giungere sul mercato europeo già durante il prossimo mese di aprile. Il nome tecnico del display è Plastic EPD (Electronic Paper Display), ha una diagonale di 6 pollici e una risoluzione XGA pari a 1024 x 768 pixel.

Secondo LG si tratta dell'inizio di qualcosa destinato a rivoluzionare il mondo degli ebook reader con nuovi design e funzionalità e la stessa casa promette futuri sviluppi, come i Plastic OLED e i display flessibili. Questo primo EPD comunque offre già vantaggi significativi. Con un'esperienza di lettura del tutto simile alla carta, come già accade con gli E-Ink attualmente utilizzati dagli eReader, l'EPD offre però uno spessore molto minore grazie al substrato plastico che lo rende simile a un semplice film protettivo di quelli che si utilizzano per proteggere gli schermi degli smartphone, quindi appena 0.7 mm, un terzo più sottile dei vetri che si impiegano ora per gli eReader e con un peso dimezzato, di soli 14 grammi.

L'EPD inoltre si può piegare fino a 40 gradi e resiste a cadute da 1.5 metri. Infine, nei test di resistenza, l'EPD non ha mostrato segni di danneggiamento a seguito di colpi con un martello in uretano. Insomma il primo display flessibile della storia promette già bene e in futuro non potrà che evolvere ulteriormente, ora non resta che attendere i nuovi prodotti che ne faranno uso per vedere cosa riusciranno ad offrire in più rispetto ai device a cui siamo abituati.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy