Home News Download illegali: sei allarmi sul copyright in dettaglio

Download illegali: sei allarmi sul copyright in dettaglio

Download illegali: sei allarmi sul copyright in dettaglioCome vi abbiamo riportato ieri, gli Stati Uniti si apprestano a varare il sistema di "risposta graduale" per combattere la pirateria su musica e film. La procedura sarà articolata in 6 notifiche, anche dette Copyright Alarms, dirette all'internauta. Eccole in dettaglio.

I provider e le maggiori aziende discografiche e cinematografiche hanno raggiunto un accordo per ridurre i download illegali in USA. Molto simile al sistema francese, chiamato Hadopi e basato su tre tappe, il sistema americano conta sei fasi diverse. La risposta graduale, versione USA, è più educativa, ma anche meno costosa della versione "gallica", in quanto sarà semplicemente basata su una serie di notifiche e non richiederà l'intervento di un organo amministrativo o giudiziario.

Pirateria musica online

La risposta graduale americana è molto più semplice: le major controllano le reti e denunciano le linee "colpevoli" ai provider, che al quel punto faranno il resto. Ecco le sei fasi del sistema USA, dove ogni notifica è legata ad un abbonamento o ad una linea telefonica:

  • 1 notifica: l'utente riceve un messaggio dal suo provider (per e-mail) che lo informa che dalla sua linea telefonica sono stati scaricati contenuti illegali. All'interno della comunicazione saranno inseriti diversi documenti e spiegazioni per aiutare il cliente a proteggere la propria rete WiFi o ad evitare di scaricare contenuti illegalmente offrendo altenative legali per recuperare musica, film e serie TV.
  • 2 notifica: l'utente riceve un messaggio simile al primo, invitando nuovamente il cliente a controllare la propria rete o ad acquistare contenuti multimediale legalmente. Ars Technica precisa che questa tappa potrà essere saltata dal provider se lo desidera, passando direttamente alla terza fase.
  • 3 notifica: l'utente riceve ancora per posta elettronica una comunicazione, ma il contenuto sarà diverso. Comprenderà infatti un sistema che costringerà il cliente a confermare di aver ricevuto l'email (in Francia avviene con raccomandata con ricevuta di ritorno).
  • 4 notifica: simile al terzo avvertimento
  • 5 notifica: i provider passano alle maniere dure, diminuendo la banda in download o imponendo alcune restrizioni.
  • 6 notifica: i provider possono realizzare un'altra misura per ridurre il download illegale.

Secondo quanto rilasciato dal governo USA, pochi utenti arriveranno alla 5-6 tappa del loro sistema di risposta graduale. Nonostante la mancanza di un giudice o di un responsabile amministrativo, l'utente può contestare le sue accuse e appellarsi ad un giudice indipendente, pagando appena 35 dollari. Al momento le uniche informazioni non comunicate sono: quando verrà messa in vigore la risposta graduale USA e quanto tempo avrà l'utente per "redimersi".

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy