Home News Display Self Refresh ad IDF 2011

Display Self Refresh ad IDF 2011

Display Self Refresh ad IDF 2011Come ogni anno, si è tenuto a San Francisco l'Intel Developer Forum. Tra le numerose novità, anche una tecnologia per migliorare l’efficienza della batteria disattivando il refresh dello schermo quando non necessario.

Si parla da anni di pannelli cosiddetti auto-aggiornanti ma, in occasione dell’Intel Developer Forum, il chipmaker californiano ne ha dato una dimostrazione pratica utilizzando l'ultrabook LG Shuriken Eighteen, di cui abbiamo parlato proprio nei giorni scorsi. Vi proponiamo il video della presentazione dove è possibile comprendere meglio il tipo di funzionamento di questo genere di tecnologia. L’idea alla base, in fondo, è semplice: è presente una piccola quantità di memoria che memorizza l’ultimo frame inviato al display. Se quest’ultimo è statico, ovvero sta riproducendo un contenuto non in movimento, l’immagine viene inviata sullo schermo direttamente dalla memoria evitando l’intervento della GPU come avviene in sistemi privi di tale tecnologia.

Panel Self Refresh

Ricordiamo infatti che nei sistemi tradizionali la scheda grafica invia (in determinati intervalli di tempo) segnali al display alla frequenza detta proprio di refresh, pari ad almeno 60 Hz. Questo avviene anche in assenza di cambiamenti nell’immagine riprodotta. L’impiego della tecnologia SRP (acronimo di Self Refreshing Panel) quindi fa in modo che GPU e CPU siano in uno stato di standby che riduce notevolmente i consumi se si considera il numero di cicli di inattività di cui possono beneficiare.

In realtà, parte della riduzione dei consumi, arriva anche dalla memoria RAM del sistema, anch’essa parzialmente utilizzata come buffer per le immagini da riprodurre sul display. Nei dispositivi che sfruttano la tecnologia in questione, anche la RAM stessa viene liberata dalla necessità di essere attiva in fasi statiche. Secondo quanto dichiarato da Intel, il recupero di 500mW equivale a circa un’ora di autonomia aggiuntiva. E’ chiaro però che tale valore è assolutamente correlato con il tipo di dispositivo che si sta utilizzando e dal tipo di batteria di cui esso dispone.

D’altro canto, la salvaguardia dell’autonomia è sempre stata un interesse sentito dai vari produttori sia per quel che riguarda notebook e netbook ma anche e forse soprattutto tablet e smartphone. Con Self Refreshing Panel non si ottengono certamente risultati eclatanti, tanto più se si utilizza il proprio dispositivo in maniera assidua, ma si può trarre vantaggio da seppur brevi fasi di inattività. Bisogna infatti ricordare che la tecnologia SRP interviene esclusivamente durante le fasi statiche della riproduzione video quali possono essere la visualizzazione di una fotografia o condizioni simili.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy