Home News Notebook con dual-boot Windows e ChromiumOS, grazie a CloudReady

Notebook con dual-boot Windows e ChromiumOS, grazie a CloudReady

Notebook con dual-boot Windows e ChromiumOS, grazie a CloudReadyLanciato nel 2015, come sistema operativo Chromium OS based, CloudReady fa un ulteriore passo avanti ed acquista la funzionalità dual-boot. Installandolo su PC e notebook con Windows, vi darà la possibilità di accedere a CloudReady con uno switch.

Se non conoscete CloudReady, siete perdonati: questo sistema operativo è abbastanza recente (è stato lanciato nel 2015) e, in sostanza, trasforma il vostro notebook in un Chromebook perché riesce facilmente a sostituire Windows con Chromium OS (la versione open-source di Chrome OS). Negli ultimi aggiornamenti però gli sviluppatori hanno aggiunto una funzionalità che apprezzerete: per alcuni computer portatili è possibile creare una configurazione dual-boot, che consentirà di switchare da Windows a CloudReady/Chromium (e viceversa) quando si avvia il PC.

 

Cloudready

Gli utenti privati possono scaricare e installare CloudReady gratuitamente, ma il team di NeverWare ha messo a punto anche release education ed enterprise a pagamento, che funzionano con Google Management Console, supportano aggiornamenti automatici e prevedono servizi di supporto tecnico.

Per ora, la versione dual-boot di CloudReady richiede requisiti piuttosto stretti: il notebook o PC deve essere recente con un firmware UEFI, almeno 32GB d spazio di archiviazione disponibile e Windows 7 (o versioni successive). Legacy BIOS, versioni precedenti di Windows, OS X e Linux non sono ufficialmente supportati, anche se sembra possibile farlo girare su computer con questi tipi di firmware e/o sistemi operativi. E NeverWare è pronto ad aggiornare la sua lista di modelli certificati.

Uno degli obiettivi principali degli sviluppatori di CloudReady era quello di creare un sistema operativo leggero, in grado di funzionare in modo efficiente su computer più vecchi e non più adatti agli OS più moderni. Dal momento che la versione dual-boot di CloudReady supporta (ufficialmente) per ora solo PC recenti, sembra che il team di NeverWare si sta focalizzato esclusivamente su quegli utenti che cercano la versatilità di una soluzione dual-OS e non su quelli che vogliono ridare "nuova vita" ai propri PC impolverati da anni. Per questi ultimi, comunque, c'è sempre la versione single-boot.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy