Home News AMD mette le mani sui Chromebook e tablet Android

AMD mette le mani sui Chromebook e tablet Android

AMD mette le mani sui Chromebook e i tablet AndroidAMD potrebbe presto sviluppare dei chip specifici per tablet e ultraportatili Android, nonché per Chromebook. Intel, ARM (e tutti i suoi partner) dovranno accettare un nuovo concorrente.

Secondo l'autorevole giornale americano PC Word, AMD avrebbe dichiarato in un'intervista di voler applicare alcuni cambiamenti ai suoi chip progettati appositamente per computer Windows 8. In particolare, l'azienda di Sunnyvale potrebbe presto produrre dei processori e chip grafici ottimizzati per altri sistema operativi: Android e Chrome OS. Per ora, AMD non si sbilancia e preferisce concentrarsi sullo sviluppo di specifici progetti già in corso con i partner.

Il Vice Presidente di AMD, Lisa Su, infatti dichiara: "i nuovi chip x86 firmati AMD saranno capaci di supportare diversi sistemi operativi e non più il solo OS Windows, al quale ormai da anni AMD riserva un rapporto esclusivo". Sunnyvale è riuscita a stringere accordi con Sony per la prossima Playstation 4 e Microsoft per Xbox One, eppure i suoi chip sono "limitati" all'ecosistema di Windows, che oggi non rappresenta più quota iù grande del mercato in termini di processori e componenti. L'ultima generazione di processori Temash però potrebbe motivare i produttori di tablet a passare ad AMD, come già hanno fatto MSI e Gigabyte.

AMD Vision

Commenti (1) 

RSS dei commenti
Potrebbe essere uno dei tanti annunci di riscossa di AMD che ormai arrivano alla stampa da anni, speriamo sia la volta buona.
Si sa che AMD ha acquistato delle licenze da ARM per il settore server (non parlo di cpu ma di licenze varie, ma non è da escludere neppure delle spu intere), ma potrebbe uscire con soluzioni ARM+Video AMD per andare su una soluzione sicura e con ottime prestazioni seguendo nVidia ma con in più la possibilità di proporre soluzioni concorrenti x86.
Potremmo anche aspettarci una soluzione estrema (ma difficilissima da realizzare) sulla scia del trio di Asus, un processore con core x86 e arm separati e da attivare all'occorenza delle modalità di uso.
Diciamo che AMD deve stupire per recuperare le distanza da Intel!  
riky1979

riky1979

giugno 06, 2013

Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy