Chromebook Pixel è impossibile da aggiornarePer 1300 dollari ci saremmo aspettati una progettazione interna più "smart", ma il Chromebook Pixel di Google non può essere smontato, riparato o aggiornato con facilità. I suoi componenti sono tutti saldati sulla motherboard.

Chromebook Pixel, l'ultimo notebook con Chrome OS prodotto da Google, è il più costoso mai rilasciato fino ad oggi. In USA il suo prezzo di partenza è di 1300 dollari, giustificato (in parte) da un display ad alta risoluzione di 2560 x 1700 pixel, uno chassis interamente in alluminio unibody, una tastiera retroilluminata ed altro ancora. I ragazzi di TechRepublic, che hanno avuto l'opportunità di smontarlo, però ci offrono qualche informazione in più sull'accessibilità. La buona notizia è che il Chromebook Pixel è facile da aprire, ma la cattiva notizia invece è che è impossibile da aggiornare, upgradare e riparare, in quanto ogni componente è saldato sulla motherboard.

Chromebook Pixel

Per alcuni utenti, aggiungere un banco di RAM, espandere lo storage o cambiare un componente interno è molto importante, perchè consente di aggiornare costantemente il proprio notebook, renderlo competitivo e potente, nonostante sia stato acquistato parecchi anni prima. Avete bisogno di aggiungere 4GB di RAM nel Chromebook Pixel? Non c'è spazio per altra memoria. Avete bisogno di altri gigabyte oltre i 64GB installati? Niente da fare. Lo storage è saldato sulla scheda e non c'è modo di aggiungere altro spazio di archiviazione (fatta eccezione per soluzioni removibili come una chiavetta USB o una scheda SD).

Persino la batteria, che dopo diversi anni decade, si può raggungere svitando un paio di viti. Senza dubbio, quindi, Chromebook Pixel è un notebook "limitato", non è pensato per essere aggiornato, smontato o riparato, come i comuni computer portatili in commercio. Una scelta difficile da accettare quando il prezzo del dispositivo sfiora i 1300 dollari, di base.

Via: Mini Machine

Commenti