Home News Chipset Intel Lynx per Haswell meno bollenti

Chipset Intel Lynx per Haswell meno bollenti

Chipset Intel Lynx per Haswell meno bollentiIntel è molto impegnata ad abbattere i consumi energetici a ogni nuova generazione di prodotti, ecco allora che Lynx, il PCH che dovrebbe affiancare i futuri processori Haswell nel 2013, dovrebbe avere un TDP del 25 % più basso rispetto alla generazione attuale.

Nonostante il recente impegno nel settore ultramobile degli smartphone e dei tablet è ovvio che il colosso di Santa Clara punti ancora molto su computer e notebook per realizzare il grosso delle proprie vendite e che gli ultrabook, i portatili ultrasottili lanciati da poco più di un anno, sono parte integrante della strategia di mercato del chipmaker. Uno degli aspetti più cruciali per il successo di un device mobile è rappresentato ovviamente dall'autonomia e l'unico modo per aumentarla è sicuramente abbattere i consumi dell'hardware, missione che Intel porta avanti con convinzione da diversi anni.

Intel Haswell per ultrabook

Per questo l'azienda californiana sta sviluppando Haswell, la nuova famiglia di processori che sostituiranno gli attuali Ivy Bridge a partire dalla metà del 2013 che introdurranno diverse novità architetturali e promettono TDP di soli 15 W per alcuni modelli, grazie al sistema litografico a 22 nm di tipo Tri-Gate 3D. Come vi abbiamo spiegato recentemente però, mentre le versioni per ultrabook integreranno anche l'attuale PCH (Platform Controller Hub), i modelli destinati a notebook mainstream e workstation o gaming station utilizzeranno una configurazione più tradizionale.

Intel deve quindi abbattere i consumi anche dei futuri PCH ed è quanto intende fare con Lynx, il successore dell'attuale Panther Point, rispetto al quale dovrebbe avere un TDP minore del 25 % e un consumo medio inferiore di circa il 50 %, anche se si tratta al momento ovviamente di proiezioni e non di rilevazioni effettuate su veri processori. Lynx inoltre, dai dettagli emersi recentemente, dovrebbe essere compatibile anche con le CPU Broadwell che arriveranno nel 2014 e dovrebbero essere realizzate con un processo produttivo a 15 nm.

Lynx infine dovrebbe essere il chipset più ricco di funzioni mai prodotto finora da Intel, visto che supporterà tutte le ultime tecnologie come Intel Clarkwill GbE PHY, Wilkins Peak WiMAX, Intel Active Management 9.0, Rapid Start e Smart Response, Intel HD Audio e diverse funzionalità RAID, e integrerà ad esempio fino a 4 porte SATA III da 6 GB/s, 6 USB 3.0 e fino a 8 linee PCI Express 1X di seconda generazione. Insomma a partire dal 2013 gli ultrabook saranno sempre più ricchi di funzionalità e avranno una lunga autonomia, vedremo se tutto questo basterà a rilanciarne le vendite.

Via: Fudzilla

Commenti (2) 

RSS dei commenti
Sono molto fiducioso su intel hashwell,sulla carta sembrano davvero avere quella marcia in più che è mancata per la consacrazione degli ultrabook,speriamo bene...non vedo l'ora di provarli!  
Greg7

Greg7

luglio 30, 2012

eh ma dovrai aspettare ancora 6 mesi o più  
Staff

Staff

luglio 31, 2012

Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy