Home News Tempi duri per i processori, ma non per Intel Atom

Tempi duri per i processori, ma non per Intel Atom

Tempi duri per i processori, ma non per Intel AtomL'instituto di Analisi IDC rivela nel suo ultimo studio che le vendite di processori hanno subito un brusco calo nel quarto trimestre del 2008, fatta eccezione per le CPU Intel Atom che hanno mantenuto un trend costante.

Gli analisti IDC hanno registrato nel quarto trimestre scorso una caduta delle vendite dei processori pari al 17% rispetto al trimestre precedente e pari circa all'11.04% su un anno. Secondo Shane Rau, direttore della ricerca sui semiconduttori presso IDC: "il declino delle vendite di processori di computer nel quarto trimestre dell'anno è stato il peggiore da quando IDC ha cominciato a monitorare la distribuzione di CPU, a partire dal lontano 1996. La situazione è dunque preoccupante per i protagonisti del settore ma, nonostante i cattivi risultati di fine anno, le vendite di CPU sono aumetate del 10% sull'intero 2008 per un incremento del fatturato pari a 0.9%".

Intel Atom Die

La differenza tra queste cifre si spiega con gli ottimi risultati ottenuti dalle vendite dei processori low-cost Intel Atom, integrati nella gran parte dei netbook, piccoli notebook a basso costo stravenduti l'anno scorso. Purtroppo, le buone prestazioni di Atom non sono state sufficienti a rettificare le vendite globali del settore. Tuttavia, senza il contributo di Atom, le consegne sarebbero cadute del 21.7% dal terzo al quarto trimestre del 2008 e del 21.6% su un anno. Per quanto riguarda i processori per notebook, Intel deteneva nel quarto trimestre 2007 l'89.1% del mercato (+1.7%), AMD 10.2% (- 1.2%) e VIA 0.7%.

Sull'intero anno trascorso, Intel vanta l'87.1% delle quote di mercato (+4.8%) ,contro 12.1% per AMD (- 5.3%) e 0.8% per VIA (+0.5%). Questo calo è senza dubbio dovuto alla crisi finanziaria in atto, che probabilmente condizionerà la distribuzione di CPU fino al primo semestre 2009. Vi ricordiamo che IDC ha pubblicato all'inizio dell'anno uno studio sui netbook, in cui segnalava come il prezzo di questi prodotti sarebbe sensibilmente diminuito grazie ad una riduzione dei costi di alcuni componenti, tra cui i processori.

 

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy