Home News Blackberry bloccati in Arabia Saudita, RIM negozia

Blackberry bloccati in Arabia Saudita, RIM negozia

Blackberry bloccati in Arabia Saudita, RIM negoziaIl gruppo canadese Research in Motion, produttore di Blackberry, ha avviato dei negoziati con l'Arabia Saudita per tentare di impedire il blocco parziale del suo smartphone per ragioni di sicurezza nazionale.

Gli Emirati Arabi e l'India minacciano di interrompere alcuni servizi offerti da Blackberry, per il sistema di criptaggio utilizzato da RIM. A questi governi si unisce anche l'Arabia Saudita, che è preoccupata della sicurezza nazionale. In particolare, questi Stati rimproverano a Research in Motion (RIM) di non poter accedere ai dati criptati, che trasmettono sui server dei loro smartphone, una causa già dibattuta e vinta in USA. Blackberry conta circa due milioni di utenti in India e nel Golfo.

Blackberry Pearl

Le autorità saudite delle telecomunicazioni (CITC) hanno deciso di proibire il servizio di messaggistica istantanea di Blackberry a partire da venerdì. Oggi sono state avviate discussioni tra CITC, responsabili RIM e rappresentanti dei tre operatori di telefonia mobile nel Paese, Saudi Telecom, Etihad Etisalat e Zain Saudi Arabia. Gli Emirati Arabi, che sottolineano come in questi ultimi tre anni ci sia stata una totale chiusura da parte RIM, minacciano di chiudere i servizi di invio/ricezione SMS, mail e navigazione su Internet a partire dal prossimo mese di ottobre.

Le autorità locali escludono qualsiasi tipo di accordo, obbligando RIM ad adeguarsi alle nuove direttive. Un responsabile del gruppo canadese, il direttore della tecnologia David Yach, ha giudicato poco probabile che i due Stati del Golfo mettano in atto le loro minacce in quanto la maggior parte dei governi del mondo dipende da Blackberry. La Russia ha bloccato per anni l'importazione di Blackberry per questioni di sicurezza. Il servizio di sicurezza interna (FSB) autorizzò alla distribuzione due operatori Vimpelcom e MTS solo nel novembre 2007, a patto che i server fossero installati in Russia.

Secondo quanto diffuso da fonti anonime, per poter lanciare un nuovo servizio sullo smartphone BlackBerry gli operatori russi devono sempre chiedere l'autorizzazione a FSB. Al termine di uno studio condotto nel 2008, la Commissione europea ha respinto l'impiego di Blackberry per i suoi dipendenti, preferendo smartphone Apple e HTC per una questione di costo e di sicurezza.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy