Home News Atom Centerton, 6W per micro server

Atom Centerton, 6W per micro server

Intel Atom Centerton, 6W per serverNel corso del 2012 Intel ha intenzione di introdurre un nuovo processore per micro server basato su architettura Atom: si chiamerà Intel Atom Centerton e consumerà appena 6 W.

Quello dei micro server è un settore emergente e un gigante come Intel non può mancare di entrarvi. Si tratta sostanzialmente di sistemi a singolo socket, con processore a 64 bit, memoria RAM di tipo ECC, con modulo di correzione degli errori, e una dotazione essenziale per porte I/O e dotazione di RAM e memoria di massa. Si tratta di un approccio completamente differente da quello tradizionale, secondo cui tanti processori a basso consumo potrebbero gestire meglio i carichi di lavoro rispetto a server più "muscolosi" ed esigenti in fatto di risorse energetiche e consumi, offrendo un miglior rapporto costo/performance e una gestibilità superiore anche nei confronti delle macchine virtuali.

Parliamo di un segmento in rapida espansione, indirizzato soprattutto ai data center ad alta densità, in cui le soluzioni RISC prodotte da ARM stanno iniziando a prendere sempre più piede rispetto ai comuni processori x86, una cosa che sicuramente non fa piacere all'azienda di Santa Clara, che ha così deciso di correre ai ripari. Durante il secondo trimestre di quest'anno infatti Intel dovrebbe introdurre una nuova famiglia di processori Xeon basata su core Ivy Bridge, quindi realizzati con processo produttivo a 32 nm e tecnologia Tri-Gate 3D, che promettono di migliorare il rendimento rispetto ai precedenti Xeon da diversi punti di vista, tra cui sicuramente i consumi e la produzione di calore, grazie a TDP sicuramente più contenuti.

A seguire poi dovrebbero giungere sul mercato anche dei nuovi processori, chiamati Centerton e basati su core Atom. Si tratterebbe di soluzioni dual core a 64 bit, con supporto per le memorie RAM di tipo ECC, integrazione della tecnologia Intel VT-x per la virtualizzazione e TDP di soli 6 W. La notizia non è recente, ne avevamo già parlato alcuni mesi fa, ma conferma la doppia intenzione di Intel di dirottare man mano l'architettura Atom dai netbook, sempre meno richiesti, ad altri settori, non solo quello ultramobile di smartphone e tablet, ma anche quello professionale dei server, seppur in questa nuova interpretazione di cui abbiamo appena parlato.

Inoltre Intel è intenzionata a proteggere il proprio ambito storico dalle "invasioni di campo" effettuate dalle architetture RISC come quelle prodotte da ARM, che stanno diventando sempre più competitive, potendo contare da sempre su consumi ed efficienza maggiori rispetto alle architetture x86, ma che da qualche anno stanno anche raggiungendo elevate capacità computazionali che ne farebbero quindi il candidato ideale in questo segmento.

Intel Atom roadmap

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy