Home News Asus UX32VD: disassemblaggio

Asus UX32VD: disassemblaggio

Asus UX32VD: disassemblaggioOggi vi proponiamo il teardown di uno dei più interessanti ultrabook sul mercato, l'Asus ZenBook UX32VD. Il notebook dell'azienda taiwanese è risultato facilissimo da smontare e manutenere e consente addirittura l'upgrade di hard disk e RAM, caratteristica tutt'altro che diffusa in device di questo tipo.

Dopo avervene proposto un primo disassemblaggio, oggi vi riassumiamo quello molto più approfondito svolto come sempre egregiamente dai colleghi di iFixit sull'ultrabook Asus ZenBook UX32VD, uno dei notebook più interessanti del proprio segmento, dotato di scocca in lega di alluminio, display da 13.3 pollici di tipo IPS con risoluzione Full HD da 1920 x 1080 pixel, piattaforma hardware composta da Intel Core i5-3317U o i7-3517U, fino a 8 GB di memoria DDR3, hard disk con capacità massima di 500 GB con 24 GB di cache SSD per esaltarne le perfomance, scheda video dedicata Nvidia GeForce GT 620M con 1 GB di memoria onboard e ricco corredo di porte comprendente 3 USB 3.0, un'uscita video miniVGA, una di tipo HDMI, jack audio e lettore di memorie multiformato.

ASUS UX32VD smontaggio

I colleghi di iFixit notano subito che per accedere all'interno basta svitare 12 viti comuni di tipo T5 Torx: niente formati proprietari quindi e massima facilità di intervento, ovviamente per chi ha gli strumenti giusti. Stessa situazione anche per la batteria, tenuta in sede da 8 viti comuni e quindi semplicissima da asportare in caso di necessità. Si tratta di una polimeri di Litio da 6520 mAh e 48 Wh, che dovrebbe offrire un'ottima autonomia operativa. La caratteristica più interessante che emerge dal teardown dei nostri colleghi riguarda sicuramente l'espandibilità dell'ultrabook in questione.

In controtendenza rispetto alla maggior parte degli altri modelli dello stesso segmento che hanno solitamente RAM e memoria NAND Flash per lo storage interno saldate alla scheda madre o comunque integrate in maniera tale da risparmiare più spazio possibile, rendendo di fatto impossibile qualsiasi upgrade posteriore all'acquisto, l'UX32VD mostra invece solo una parte del quantitativo di RAM saldata sul PCB mentre esiste anche un normale socket per il restante quantitativo.

Sarà così possibile sostituire uno dei due banchi di RAM con un secondo, ad esempio di maggior capienza. Stessa situazione per lo storage, affidato a un hard disk da 2.5 pollici da 500 GB e 5400 RPM, facilmente sostituibile con un'altra unità, anche di tipo SSD. In generale, procedendo nelle fasi di smontaggio, lo staff di iFixit ha poi verificato che quasi tutta la componentistica interna è facilissima da smontare, ad esempio le ventole, che potranno quindi essere pulite, o la scheda madre ma soprattutto il display, che è completamente smontabile e non fissato al vetro o alla cornice in maniera irreversibile.

Questo significa quindi che sarà sostituibile senza troppe difficoltà in caso di guasti. In generale quindi il notebook ottiene una votazione di 8 su 10 per quanto riguarda la facilità di intervento, il che significa che è molto semplice da manutenere e non creerà particolari problemi agli utenti che, nel corso del tempo, dovessero avere necessita di upgradare il proprio ultrabook o sostituirne qualche componente non più funzionante.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy