ASUS Transformer Book Flip TP300 recensitoPrima recensione completa per il nuovo convertibile ASUS Transformer Book Flip TP300 da 13 pollici, che ha convinto per realizzazione, dotazione e versatilità, lasciando qualche dubbio solo in quanto a dimensioni e peso. Il prezzo relativamente basso lo rende comunque una soluzione molto appetibile.


ASUS ha fatto esordire pochi giorni fa, al Computex di Taipei, la nuova gamma di notebook convertibili Transformer Book Flip da 13, 14 e 15 pollici (qui potete vederli in foto e video dal vivo), catturando sin da subito l'attenzione dei media specializzati e del mercato. A meno di due settimane dal debutto infatti è già arrivata la prima recensione completa del modello più compatto, ad opera dei ragazzi di ultrabookreview.

ASUS Transformer Book Flip TP300

REALIZZAZIONE
Il device, che sostanzialmente riprende concetti già visti originariamente nella famiglia Lenovo Yoga, è un convertibile di fascia media, con un prezzo di partenza di circa 500 euro, che ha diversi punti di forza ma anche qualche limite, soprattutto per quanto riguarda dimensioni e peso: nonostante la diagonale di 13.3 pollici infatti il notebook misura 322 x 232 x 22 mm e pesa 1.75 Kg e risulta dunque pesante e ingombrante per il segmento a cui appartiene, cosa che lo penalizza soprattutto quando utilizzato in modalità tablet. Nonostante questo però il giudizio finale non è affatto negativo, perché in pratica tutto il resto è ok, a partire dalla solita realizzazione impeccabile a cui ci ha abituati ASUS. La cover ad esempio è realizzata in lega di alluminio spazzolato ma si armonizza bene con il piano tastiera in policarbonato, grazie alla finitura di quest’ultimo, che ricorda l'alluminio satinato. Il fondo invece ha un rivestimento leggermente gommato che ne migliora il grip ed assicura che polvere e sporco non vi si accumulino. L'assemblaggio mostra qualche piccola imprecisione nei punti di contatto tra alluminio e plastica, ma niente che possa disturbare più di tanto o che comprometta la solidità dell'insieme.

ASUS Transformer Book Flip TP300

TASTIERA, TOUCHPAD ED ESPANDIBILITA’
Positivi i giudizi su tastiera e touchpad, la prima con un buon layout con tasti di grandezza standard e ben spaziati tra loro, in grado di offrire un feedback e una corsa soddisfacenti, il secondo abbastanza ampio e con una superficie precisa, veloce e reattiva. L'espandibilità è nella media, con tre porte USB 3.0, un'uscita video HDMI, un lettore di memorie SD e un aggancio di sicurezza Kensington.

DISPLAY
Anche lo schermo è ottimo. Il pannello IPS ha infatti tutti i vantaggi di questa tipologia di schermi, con colori saturi e brillanti, ottimi livelli di luminanza e contrasto e un ampio angolo di visione, inoltre la risoluzione Full HD su una diagonale di 13.3 pollici rende le immagini molto dettagliate. L'unico limite è che il display è molto riflettente e potrebbe quindi risultare poco leggibile in piena luce.

ASUS Transformer Book Flip TP300

PIATTAFORMA HARDWARE E PRESTAZIONI
La piattaforma hardware offre buone prestazioni come confermano anche i benchmark eseguiti. Per essere un device di fascia media infatti l'ASUS Transformer Book Flip TP300 ospita una CPU Intel Core i7-4510U, 8 GB di RAM e un'unità a stato solido da 128 GB, forse l'unico vero elemento debole, sia per la capienza limitata sia perché dai test non è risultato particolarmente veloce. Nell'insieme comunque la dotazione consente di svolgere tutti i task quotidiani senza alcun problema e di poter utilizzare con soddisfazione il notebook anche in ambito multimediale.

ACCESSIBILITA’ ED ESPANDIBILITA’
Se si dà un'occhiata all'interno invece il giudizio diventa più altalenante. Accedere infatti non è particolarmente complicato, la disposizione della componentistica è ordinata e sostituire l'hard disk o la batteria è abbastanza semplice, il vero problema invece è rappresentato dalla RAM: a vista infatti ci sono solo i moduli dei primi 4 GB, nascosti dietro una lastra metallica e comunque saldati al PCB. Mancano invece gli altri 4 GB, che dovrebbero essere montati su slot ma che probabilmente sono disposti sull'altra faccia della scheda madre, verso l'interno del portatile, cosa che rende un'operazione di eventuale sostituzione estremamente difficile.

ASUS Transformer Book Flip TP300

RUMOROSITA’, TEMPERATURE E AUTONOMIA
In compenso però il Transformer Book Flip è silenzioso e non si surriscalda mai nemmeno sotto sforzo, risultando così sempre comodo da utilizzare, anche quando si è in giro e bisogna lavorare tenendolo sulle ginocchia. Nella media l’autonomia, che non supera le 6 ore con un impiego leggero, il modulo Wi-Fi attivo e la luminanza del display impostata al 40 %.

Il primo tentativo di ASUS nel settore dei convertibili consumer di fascia media può dirsi riuscito. Il notebook è un po’ grande ed ingombrante ma questi aspetti sono abbondantemente compensati dalla bontà del display, della tastiera, del touchpad e, in generale, delle prestazioni offerte dalla dotazione hardware, soprattutto se si pensa anche alla grande versatilità di una soluzione che può essere utilizzata in diverse modalità e che viene venduta nella configurazione base a circa 500 euro.

ASUS Transformer Book Flip TP300

Google News
Le notizie e le recensioni di Notebook Italia sono anche su Google News. Seguici cliccando sulla stellina

Commenti