Home News Nexus 7 next-gen a luglio. Sarà prodotto da ASUS e avrà SoC Qualcomm

Nexus 7 next-gen a luglio. Sarà prodotto da ASUS e avrà SoC Qualcomm

Nexus 7 next-gen a luglio. Sarà prodotto da ASUS e avrà SoC QualcommSecondo una fonte anonima Google e ASUS stanno collaborando allo sviluppo del nuovo tablet economico da 7 pollici Nexus 7, che dovrebbe vedere la luce a luglio, offrendo uno schermo con risoluzione maggiore e un SoC Qualcomm. Il prezzo potrebbe invece restare invariato rispetto al modello corrente.

Il nuovo Nexus 7 è ormai in dirittura d'arrivo. A rivelarlo all'agenzia di stampa internazionale Reuters sono stati ben due informatori, che hanno scelto di restare anonimi. La notizia, che parla di un arrivo sul mercato per il prossimo mese di luglio, sembra attendibile in quanto le due versioni combaciano tra loro ed entrambe coincidono anche con i tanti rumor che vi abbiamo riportato nei mesi scorsi. Sembra dunque ormai sicuro che il nuovo Nexus 7, sempre sviluppato dal colosso di Mountain View in collaborazione con ASUS, introdurrà alcune significative novità, tra cui soprattutto una scocca ancora più sottile, un display da 7 pollici ma con risoluzione superiore a quella del modello attuale e soprattutto l'abbandono annunciato e ormai a quanto pare sicuro dei SoC Nvidia in favore di quelli prodotti da Qualcomm.

Google Nexus 7

Secondo le fonti i due produttori avrebbero a lungo soppesato entrambi i prodotti ma alla fine avrebbero scelto Qualcomm per via di una migliore gestione dei consumi energetici, caratteristica in grado di assicurare al device un'autonomia maggiore. Ovviamente poi è molto probabile che il sistema operativo sia la prossima versione Google Android 5.0 Key Lime Pie. Non ci sono invece indicazioni precise sul prezzo, anche se da più parti si pensa che quest'ultimo possa restare identico a quello attuale o addirittura essere inferiore, al fine di fare ancora più concorrenza ad altri modelli analoghi come l'Apple iPad mini o l'Amazon Kindle Fire.

Del resto i proventi di Google derivano in larghissima parte esclusivamente dalla pubblicità e quindi il colosso vede la produzione di tablet come una sorta di "investimento pubblicitario", un modo per raggiungere con i propri servizi sempre più clienti con l'unico scopo di far aumentare costantemente il proprio bacino d’utenza. In quest'ottica dunque non ci sarebbe niente di strano nell'accettare di produrre un tablet praticamente senza margini di guadagno o addirittura in leggera perdita. In questo modo infatti Google "strangolerebbe" la concorrenza che non potrebbe seguirla sullo stesso percorso in quanto si aspetta proventi dalla vendita dei device e amplierebbe la base a cui eroga servizi. BigG, che non ha mai reso pubblici i propri numeri di vendita, confiderebbe addirittura di riuscire a piazzare entro la fine del 2013 dai 6 agli 8 milioni di nuovi Nexus 7.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy