Home News Asus: display wireless EzLink, ecologici, a 120hz

Asus: display wireless EzLink, ecologici, a 120hz

Display wireless Asus e schermi EzLinkRisparmio energetico, rispetto dell'ambiente e innovazione tecnologica sono i tre temi su cui si articola la nuova offerta di monitor LCD di Asus, alla quale era dedicata un'ala dello stand del produttore taiwanese al CeBIT 2009.

Per noi appassionati di mobile computing, il prodotto più interessante è indubbiamente Asus EzLink, il primo display wireless al mondo. EzLink dispone di una particolare tecnologia che consente di collegare lo schermo al PC tramite interfaccia Wireless Host Controller (WHCI), che consente di connettere tra loro fino a sei monitor, con una qualità pari a quella delle tradizionali connessioni cablate.

Ricordiamo che l'acronimo WHCI indica un set di specifiche per un'interfaccia fra software di sistema e UWB Multi-Interface Controller (UMC) per lo standard WUSB (Wireless Universal Serial Bus, aka Wireless USB). Come le specifiche UHCI per USB, si tratta di una interfaccia proprietaria messa a punto e licenziata da Intel.

Asus EzLink wireless display

Il primo esemplare di Asus EzLink LCD monitor, esibito al CeBIT, ha una diagonale di 24" e aspect ratio widescreen, con risoluzione di 1920x1080 pixel (Full HD). Le altre caratteristiche tecniche comprendono luminosità di 300nits, contrasto 3000:1, 16,7M di colori, tempo di risposta di 5ms e due altoparlanti integrati da 2W. A dispetto della scarsa brillantezza (per un monitor di questa diagonale), gli angoli di visione sono assai buoni: 170°in orizzontale e 160° in verticale.

Da queste prime informazioni, sembrerebbe quindi che lo schermo wireless di Asus non sia destinato ad interfacciarsi alla tastiera EeeKeyboard, che dovrebbe essere dotata di interfaccia Wireless HDMI, uno standard differente e concorrente di WUSB. Tuttavia, considerato che stiamo parlando di nuovi prodotti non ancora commercializzati, non escludiamo che qualcosa possa cambiare sotto questo profilo. Un portavoce di Asus avrebbe, infatti, riferito a Darren Murph di Engadget che la multinazionale taiwanese starebbe prendendo in esame anche altri protocolli wireless, valutando accuratamente quale sia quello più opportuno da implementare.

Il nome esatto di questo modello da 24" è ancora sconosciuto, mentre sono circolate già le sigle di due schermi da 22 e 20 pollici della stessa serie: ASUS VW223B e VW202B. Non sappiamo se anche questi monitor disporranno di collegamento wireless; quello che è certo e che è stato mostrato ad Hannover è che essi utilizzano le comuni interfacce USB per visualizzare l'output video. Con questa tecnologia è possibile collegare più display a cascata per creare un sistema multi-monitor.

Asus EzLink monitor via USB

Tutto quello che occorre è uno o più schermi Asus con tecnologia EzLink ed un driver EzLink da installare sul PC. La dimostrazione al CeBit prevedeva un netbook Asus Eee PC collegato a due display VW223B con desktop esteso. Ciascuno di questi schermi dispone di 1 USB in ingresso e di 3 ulteriori porte USB che potranno essere utilizzate per collegare anche altre periferiche.

La tecnologia Asus EzLink permette di interconnettere fino a 6 monitor allo stesso tempo! Ad essa si accompagnano altre tecnologie proprietarie, quali ASCR (ASUS Smart Contrast Ratio) che regola la retroilluminazione per migliorare il contrasto, Aspect Control che consente di passare dal formato Full HD a quello 4:3 senza distorsioni e l'immancabile Asus Splendid Video Intelligence.

Particolare delle interfacce USB dello schermo Asus

Un'altra novità della fiera tedesca sono stati i monitor a 120HZ per gaming. Rispetto ai tradizionali schermi a 60HZ la differenza qualitativa è evidente, anche dalla nostra fotografia, con un risultato apprezzabile soprattutto dagli appassionati di gioco 3D.

Dimostrazone schermo a 120hz

Meno originali, ma caratterizzati da una maggiore attenzione per l'ambiente, sono i nuovi ASUS VH192C e VH196. Si tratta di monitor ideali per un impiego sulla scrivania dell'ufficio o nello studio di casa, potendo vantare alcune funzionalità per ridurre i consumi energetici e contribuire alla salvaguardia del nostro pianeta.

I nuovi display sono stati realizzati utilizzando bassissimi livelli di mercurio e solo due lampade, per un risparmio di energia di oltre il 20%. Allo stesso tempo, Asus ha cercato di mantenere inalterati i sui consueti standadi di brillantezza e luminosità.

I nuovi display ASUS in mostra saranno disponibili in Italia da marzo con prezzi al pubblico a partire da Euro 119 IVA inclusa.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy