Home News ARIA lancia il WiMAX in Umbria

ARIA lancia il WiMAX in Umbria

ARIA lancia il WiMAX in Umbria L'operatore unico nazionale italiano per i servizi di rete con tecnologia WiMAX ARIA si prepara a lanciare le sue prime proposte commerciali: a partire dal 2 febbraio i tre differenti profili saranno disponibili per 21 comuni dell'Umbria.

Ha finalmente il via la copertura nazionale del Wireless Internet Service Provider ARIA, che a partire dal 2 febbraio lancerà le primissime offerte di abbonamento ad internet basate sulla tecnologia wireless a banda larga WiMAX, sfruttando le frequenze WBA di cui detiene l'intero pacchetto di licenze per l'Italia.

Il servizio sarà inizialmente disponibile per i circa 90.000 abitanti dei 21 comuni umbri che saranno coperti dalla rete WiMAX di ARIA grazie alla presenza di 18 "Base Stations". Si tratta naturalmente di una scelta ben calcolata, che interesserà un'area colpita dal fenomeno del digital divide, particolarmente grave nel nostro paese, a causa del quale migliaia di famiglie italiane sono impossibilitate ad usufruire di qualsiasi servizio consumer di connessione ad internet broadband.

ARIA WiMAX profili

L'offerta comprenderà tre differenti profili:
ARIA CASA 4MB, con velocità in downstream di 4 Mb/s e in upstream di 256Kb/s, a 15 euro al mese (10 euro per i primi 3 mesi, se l'abbonamento sarà sottoscritto entro il 28 febbraio 2009)
ARIA CASA 7MB, con velocità in downstream di 7 Mb/s e in upstream di 512Kb/s, a 20 euro al mese (15 euro per i primi 3 mesi, se l'abbonamento sarà sottoscritto entro il 28 febbraio 2009)
ARIA UFFICIO 7MB, con velocità in downstream di 7 Mb/s (100Kb/s garantiti) e in upstream di 512Kb/s, a 30 euro al mese (20 euro per i primi 3 mesi, se l'abbonamento sarà sottoscritto entro il 28 febbraio 2009)

Sarà inoltre possibile noleggiare il modem WiMAX AriaBox a 5 euro al mese per la versione con connettività WiFi, ed a 3 euro al mese per la versione senza connettività WiFi. "L'impegno che ci siamo presi è quello di portare la banda larga in quelle aree dell'Italia che al momento sono in digital divide completo. Il nostro progetto, come abbiamo già altre volte detto, parte dall'Umbria oggi per coprire i primi 21 comuni. Crediamo fortemente che questa tecnologia possa e debba essere usata per migliorare la vita delle persone ogni giorno: i giovani che si sentono tagliati fuori dal mondo, le famiglie che non hanno accesso ai principali servizi finanziari e della pubblica amministrazione e le imprese che devono poter competere sui mercati globali", commenta  Franco Grimaldi,  Direttore  Generale  & Chief Technical Officer di Aria.

"L'avvio del nostro servizio corrisponde anche ad un grande cambiamento per la società: a partire dal nuovo sito internet per arrivare al nuovo call center con numero verde. Vogliamo offrire alle persone che aspettano il WiMAX e che hanno creduto in noi un servizio di qualità, conveniente, affidabile, più vicino e attento alle esigenze dei clienti".

 

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy