Apple: Steve Jobs torna al lavoroL'amministratore delegato di Apple Steve Jobs rientra ufficialmente al lavoro dopo sei mesi di assenza per cure mediche; si recherà in ufficio solamente pochi giorni a settimana, oppure lavorerà direttamente da casa.

Steve Jobs è tornato puntualmente al lavoro dopo sei mesi di assenza. La notizia giunge direttamente da Apple tramite comunicato stampa: l'amministratore delegato e co-fondatore dell'azienda di Cupertino lavorerà presso gli uffici di Apple solamente pochi giorni a settimana, ed il restante tempo si occuperà delle sue mansioni direttamente da casa.

Steve Jobs

"Siamo veramente contenti di riaverlo di nuovo con noi," ha commentato la portavoce di Apple Katie Cotton. Jobs aveva lasciato il lavoro per motivi di salute a metà del mese di gennaio scorso, ufficialmente per curarsi da uno squilibrio ormonale che si era rivelato "più serio" del previsto ed aveva provocato una vistosa perdita di peso. Come anticipato dal Wall Street Journal, il CEO Apple ha subito un trapianto di fegato presso il "Methodist University Hospital Transplant Institute" di Memphis.

L'ospedale stesso ha confermato la notizia, affermando che il recupero di Jobs dopo il trapianto era decisamente buono. Durante l'assenza di Jobs, che già in passato aveva subito un trapianto per un tumore al pancreas, le redini dell'azienda californiana erano passate in mano al direttore generale Tim Cook. Gli investitori e gli speculatori si sono rivelati molto cauti di fronte alla notizia: il titolo in borsa di Apple non ha subito variazioni significative.

Ciò è dovuto probabilmente ai numerosi falsi allarmi delle settimane precedenti; secondo alcune fonti solitamente ritenute attendibili, Jobs sarebbe dovuto infatti tornare in tempo per la presentazione dei nuovi prodotti Apple durante la Worldwide Developer Conferece 2009 della prima settimana di giugno. Si attende dunque la riapertura di Wall Street per monitorare eventuali scossoni. Ad ogni modo, ben tornato Steve!

 

Commenti