Home News Apple si scusa con Samsung, ma non va bene

Apple si scusa con Samsung, ma non va bene

Apple si scusa con Samsung, ma non va beneApple si scusa con Samsung pubblicamente sul suo sito Web, ma lo fa con un messaggio che non convince la Corte di Londra. L'azienda di Cupertino è costretta a cancellare e modificare il comunicato ufficiale entro domani.

Secondo l'ultima sentenza pronunciata dalla Corte inglese, Apple avrebbe dovuto scusarsi con Samsung sul suo sito Web e sui principali media britannici, seguendo determinate regole nella scelta del carattere (per stile e dimensioni). Nei giorni scorsi, osservando la decisione del tribunale londinese, l'azienda di Cupertino ha pubblicato un pagina sul suo sito web UK, in cui si leggeva che il "suo concorrente Samsung non ha copiato il design di iPad per realizzare i Galaxy Tab".

Apple si scusa con Samsung, ma non va bene

La "lettera di scuse" però continuava con osservazioni critiche e denigratorie nei confronti dell'azienda coreana e del tribunale di Londra che, al contrario di altri, aveva emesso una sentenza unica contro Apple. A poche ore dalla pubblicazione di questo messaggio, la Corte chiede la cancellazione entro 24 ore (che scadono oggi) e la ripubblicazione entro domani di un comunicato sostitutivo nel rispetto delle regole. Il giudice Jacob non ha certamente apprezzato il "giochetto" di Apple ed ha inoltre negato alla società di Cupertino i 14 giorni richiesti per modificare il comunicato.

Intanto, sul giornale inglese The Guardian, è apparso oggi un piccolo box pubblicitario acquistato da Apple, all'interno del quale si legge un messaggio molto più equilibrato e diplomatico. "L'Alta Corte di Londra ha emesso una sentenza del 9 giugno 2012, secondo cui i prodotti di Samsung - Galaxy Tab 10.1, Tab 8.9 e Tab 7.7 - non violano brevetto Apple sul design [...] e tale decisione di applica a tutta l'Unione europea". Al testo sono anche aggiunti due link, per invitare il lettore ad un approfondimento sull'argomento. Per ora il sito Apple UK non ha pubblicato ancora la pagina di "scuse", ma siamo certi che sarà presto aggiornata.