Home News Apple: MacBook con Nvidia Optimus?

Apple: MacBook con Nvidia Optimus?

Apple: MacBook con Nvidia Optimus?E' solo una ipotesi per il momento, ma non è da escludere che i futuri MacBook integreranno la tecnologia Optimus di nVidia per lo switch automatico tra la soluzione grafica integrata e quella discreta.

Secondo alcune indiscrezioni apparse ultimamente online, sembrerebbe che i prossimi sistemi MacBook di Apple potrebbero integrare la nota tecnologia Optimus messa a punto da nVidia e attualmente prevista, in sistemi Windows, su prodotti Asus. Si ricorda che tale funzionalità consente lo switch automatico tra la soluzione grafica integrata nel chipset e quella discreta, in base alle reali esigenze di lavoro al fine di ottenere una più efficiente gestione dell'autonomia e delle prestazioni. La notizia arriva dopo quella relativa all'integrazione con i processori Core i5 e Core i7 di Intel.

Apple MacBook

AppleInsider fa notare che la vera limitazione per tale connubio sarebbe rappresentata soltanto dal software ma, in tal senso, i due colossi Apple e nVidia, starebbero lavorando per risolvere tutte le problematiche relative a questa questione. Comunque sia, se le indiscrezioni trovassero conferma, Apple inizierebbe a sfruttare presumibilmente il chip grafico GeForce 300M e sarebbe, di fatto, una delle prime aziende ad adottare ufficialmente la piattaforma Optimus.

Questa soluzione permetterebbe di risolvere l'attuale problematica della linea Pro di Apple per la quale è richiesto il riavvio in occasione dello switch manuale tra scheda dedicata e integrata. Infatti, allo stato attuale, i sistemi MacBook Pro permettono agli utenti di passare dalla soluzione integrata nVidia GeForce 9400M alla scheda discreta 9600M GT, evidentemente più performante ma anche più avida di risorse, attraverso una serie di operazioni che prevedono il logoff dell'utente ed, eventualmente, il riavvio del sistema. Allo stato attuale non ci sono conferme ufficiali da parte delle aziende interessate ma, indubbiamente, i prossimi giorni potrebbero essere decisivi per conoscere ulteriori dettagli in merito alla vicenda.

 

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy