Home News Apple iCloud: sincronizzazione, backup e storage online

Apple iCloud: sincronizzazione, backup e storage online

Apple iCloud: sincronizzazione, backup e storage online Al keynote di apertura dell'Apple Worldwide Developer Conference 2011 le novità presentate dalla casa della Mela Morsicata sono state molte, ma forse la più interessante di tutte è il servizio iCloud, che permette la sincronizzazione dei contenuti tra tutti i prodotti Apple, senza più necessità di trasferirli da un device all'altro manualmente.

Il discorso di Jobs durante la presentazione del nuovo servizio iCloud è semplice quanto condivisibile: negli anni passati il fulcro di tutte le attività informatiche era il computer desktop, mentre tutti gli altri dispositivi erano gerarchicamente subordinati a quest'ultimo, dal portatile fino allo smartphone. Poi, con l'avvento di Internet, lo sviluppo di connessioni wireless sempre più efficienti come ad esempio il 3G e la comparsa di nuovi prodotti come i tablet, il desktop sta perdendo sempre più la sua funzione originaria di centro di coordinamento nevralgico per trasformarsi in uno dei tanti terminali, mentre il centro delle attività è diventato principalmente Internet e i suoi servizi.

Apple iCloud

Apple iCloud device

Questo ha fatto nascere negli utenti un'esigenza sempre più forte di poter sincronizzare i propri contenuti in maniera facile e veloce su tutti i propri dispositivi, senza doverlo fare manualmente. Proprio pensando a questa esigenza Apple ha costruito in questi mesi un nuovo data center nel North Carolina ed ha sviluppato questo nuovo servizio, che ora arriverà su tutti i dispositivi di Cupertino, dagli iPhone agli iPod fino agli iMac, passando per gli iPad e i MacBook.

Sostanzialmente iCloud è composto da una serie di servizi che, grazie alla connessione wireless, consentono di mantenere sincronizzati in maniera automatica i contenuti tra tutti i dispositivi Apple che si possiedono. Ogni volta quindi che si creerà, modificherà o acquisterà un nuovo contenuto su un dispositivo, questo sarà reso disponibile su tutti gli altri. Il precedente servizio MobileMe, che non ci sarà più e che comprendeva la sincronizzazione dei servizi Contatti, Calendario e Mail, è stato integrato in iCloud e riscritto completamente proprio per essere perfettamente compatibile con la nuova suite di servizi. Le funzionalità raccolte sono diverse e riguardano tutte le attività. Oltre a quelle precedentemente gestite da MobileMe ad esempio ora sarà possibile avere a disposizione su tutti i propri device ciò che avremo acquistato sull'App Store, sull'iBook Store o tramite iTunes.

iTunes Golden Ticket

Ogni volta infatti che accederemo a questi servizi sarà presente un elenco che mostrerà la cronologia degli acquisti, evidenziando quelli già fatti e non ancora presenti sul dispositivo e che potremo quindi scegliere di scaricare automaticamente, senza più bisogno di effettuare un copia/incolla manuale passando dal desktop e dal programma di sincronizzazione. In più iTunes offre anche un'altra funzione, chiamata iTunes Match. Se nella nostra collezione ci sono brani acquistati tramite iTunes ma non liberi da DRM essi potranno essere convertiti nel formato AAC a 256 kbps privo di questa tecnologia di protezione, a patto che siano ancora presenti nel catalogo di iTunes. iTunes Match sarà disponibile a partire dal prossimo autunno, a un costo di 24,99 dollari per l'abbonamento annuale. PhotoStream invece è il servizio che si occupa specificamente delle nostre foto.

Ogni immagine infatti sarà salvata nel cloud e messa quindi a disposizione di tutti gli altri dispositivi dell'utente, per un periodo di 30 giorni, entro il quale sarà possibile archiviarle in maniera definitiva organizzandole in album. Per ragioni di spazio, sui dispositivi basati su sistema operativo iOS saranno ritenute comunque solo le ultime 1000 foto scattate, mentre su portatili e fissi non c'è limite. Poi ci sono ancora due funzioni comprese nella suite: iCloud Backup e iCloud Storage. La prima effettua automaticamente ogni giorno il backup dei dispositivi iOS tramite connessione WiFi, nel momento i cui i dispositivi sono sotto carica e quindi inutilizzati.

Mail

I contenuti salvati potranno essere stabiliti dall'utente e comprenderanno tutto, dai libri ai brani musicali alle app, fino ai file, ai video e alle foto. In questo modo se l'utente sostituirà il proprio iPhone o qualsiasi altro dispositivo Apple o ne acquisterà di nuovi, basterà inserire il proprio Apple ID ed iCloud sincronizzerà automaticamente il nuovo dispositivo usando il backup precedentemente creato. Il secondo servizio permette di archiviare i propri documenti nel cloud. In questo modo sarà possibile trasferirli in maniera automatica agli altri dispositivi dell'utente e propagarne anche le eventuali modifiche. iCloud Storage mette a disposizione 5 GB di spazio, che però devono essere sommati a quelli offerti dagli altri servizi di cui abbiamo già parlato, come Photo Stream. 

I nuovi servizi iCloud, come promesso, saranno disponibili a partire dal prossimo autunno e saranno completamente gratuiti, ad eccezione del servizio iTunes Match, che però al momento sarà disponibile solo per gli Stati Uniti. Saranno inoltre previste opzioni di storage superiori ai 5 GB offerti gratuitamente, a prezzi però ancora da stabilire.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy