Home News AMD Turbo Dock in azione su un tablet ibrido Compal

AMD Turbo Dock in azione su un tablet ibrido Compal

AMD Turbo Dock in azione su un tablet ibrido CompalAMD ha mostrato al Mobile World Congress un prototipo di tablet ibrido Compal equipaggiato con sistema operativo Windows 8 e nuova APU AMD Temash, dotata della tecnologia Turbo Dock, che consente di regolare le prestazioni in base all'utilizzo: maggior potenza quando si è in modalità notebook e massima attenzione al risparmio energetico quando lo si usa come tablet.

Nel video che vi proponiamo qui di seguito potete vedere in funzione un prototipo di tablet ibrido Compal, dotato cioè di display agganciabile ad una tastiera dock e trasformabile in notebook. Si tratta di un device Windows 8 con piattaforma AMD ed equipaggiato con la APU di nuova generazione Temash. Il portatile, per essere un prototipo, sembra già molto ben realizzato, con una scocca in lega di alluminio dalla finitura lucida e linee morbide e gradevoli. Il meccanismo di ritenzione del display/tablet è sembrato robusto ed affidabile e l'interfaccia di Windows 8 è parsa fluida e reattiva. Ma il motivo di maggior interesse di questa soluzione risiede soprattutto nella tecnologia AMD Turbo Dock di cui vi abbiamo già parlato qualche giorno fa e che qui è stato possibile vedere alla prova per la prima volta.

AMD Turbo Dock

In pratica questa soluzione regola dinamicamente la frequenza operativa e la tensione di alimentazione della APU, così da ottimizzarne le prestazioni a seconda della modalità operativa in cui si viene a trovare. L'azienda di Sunnyvale ha cioè immaginato che, in modalità tablet, magari navigheremo e controlleremo la posta, guarderemo un video e forse giocheremo anche, ma vorremo soprattutto un'ampia autonomia. Quando invece lo schermo sarà connesso alla docking station/tastiera, eseguiremo forse anche task di produttività personale o programmi che richiedono maggior potenza. In questo caso la capacità di elaborazione sarà prioritaria rispetto al risparmio energetico.

AMD Turbo Dock

Ecco dunque che Turbo Dock regolerà di conseguenza i parametri della APU per conseguire questi diversi obiettivi. Nella docking station infatti è integrato un sistema di dissipazione tradizionale dotato di ventola, mentre quello nel tablet, a diretto contatto con la APU, è di tipo passivo. Quando lo schermo è separato dal resto del notebook dunque Temash erogherà abbastanza potenza per visualizzare fluidamente un filmato o anche un videogioco ma la sua frequenza di funzionamento sarà diminuita, così da sviluppare meno calore e soprattutto da risparmiare il più possibile la batteria. Quando connesso alla tastiera invece, il dispositivo potrà contare su una batteria ausiliaria e su un sistema di raffreddamento più efficiente, che spingerà l'aria fresca attraverso le feritoie poste sul bordo inferiore del display, in corrispondenza delle cerniere.

AMD Turbo Dock

In questo scenario Temash lavorerà a pieno regime. Il prototipo eseguiva a tale proposito il benchmark Fish Blowl sviluppato da Microsoft e basato su HTML5 proprio al fine di mostrare il funzionamento di Turbo Dock ed effettivamente quando connesso alla docking station il device renderizzava un numero quasi doppio di pesci rossi, segno evidente che Temash saliva di frequenza operativa e il TDP passava da 8 a 15 W. Una soluzione molto interessante dunque che può costituire un valore aggiunto per i device Windows 8 equipaggiati con APU AMD invece che con CPU Intel.

Temash è apparso infatti un processore promettente, la cui potenza è parsa allineata a quella di un Core i3 attuale, ma con un sottosistema grafico molto più performante. Interessante è anche il tablet ibrido Compal, che nella docking station oltre alla seconda batteria ospita anche un'unità di storage aggiuntiva, che potrà essere sia un hard disk che un SSD. Al suo interno inoltre sarà anche possibile ospitare una scheda grafica dedicata, così da avere prestazioni ancora migliori per il gaming. Ora non resta che attendere i primi esemplari di notebook ibridi con Temash per saggiarne dal vivo le reali potenzialità.

AMD Turbo Dock

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy