Home News AMD Radeon Pro 400, 455 e 460 (Polaris): primi dettagli e benchmark

AMD Radeon Pro 400, 455 e 460 (Polaris): primi dettagli e benchmark

AMD Radeon Pro 400, 455 e 460 (Polaris): primi dettagli e benchmarkDopo una lunga partnership tra Apple e Nvidia, il nuovo MacBook Pro 15 "switcha" su una GPU AMD Radeon Pro 400 che sembrerebbe donargli il 130% in più di potenza grafica rispetto alla precedente generazione.

Come forse già saprete, Apple ha aggiornato i suoi MacBook Pro da 13 e 15 pollici. Non hanno processori Intel Kaby Lake, come speravamo, ma sono ancora basati su chip Intel Skylake (Core i5/i7) con grafica integrata Intel Iris, anche se il modello più grande può contare su GPU dedicate. Si tratta nello specifico di schede grafiche appartenenti alla AMD Radeon Pro 400 Series, una nuova famiglia di processori grafici potenti ed efficienti a livello energetico, nati per permettere ai creativi di fare al meglio il proprio lavoro.

Apple MacBook Pro 15 con AMD Polaris

Apple ha scelto due differenti GPU per il suo MacBook Pro 15, a seconda della SKU: il modello "entry-level" da 2399 dollari utilizza una Radeon Pro 450 con 2GB di memoria GDDR5 in abbinamento alla Intel HD Graphics 530 (integrata nel chip Intel Skylake), sufficiente per il display IPS da 15.4 pollici (2880 x 1800 pixel, 220 PPI), mentre la versione più costosa da 2799 dollari integra un processore leggermente più veloce Core i7 da 2.7 pollici, SSD da 512GB PCIe e Radeon Pro 455 con 2GB di memoria GDDR5 in abbinamento alla Intel HD Graphics 530. L'unica esclusa è la Radeon Pro 460, che però potrebbe essere adottata in futuro per configurazioni premium o su un potenziale MacBook Pro 17.

Stando a quanto comunicato da AMD, i chip Radeon Pro 400 Series Graphics sono stati progettati specificamente per le esigenze dei moderni artisti del digitale, designer, filmmaker, visualizer ed ingegneri grafici. Dotati dell'ormai famosa architettura Polaris, i processori della serie Radeon Pro 400 sono stati costruiti con i più innovativi processi tecnologici da 14nm FinFET, che hanno portato alla produzione di transistor incredibilmente piccoli. Inoltre, al fine di produrre processori grafici ancora più sottili, AMD ha adottato ail cosiddetto processo 'die thinning' per ridurre lo spessore di ogni fetta di silicio utilizzato nel processore, portandolo da 780 micron a soli 380 micron, cioè più sottili di 4 fogli di carta. Lavorando ad un regime energetico di appena 35W, i processori Radeon Pro 450, 455, e 460 offrono una potenza straordinaria, unita ad una migliore dissipazione del calore e silenziosità, elementi perfetti per favorire la creatività in ambito grafico.

"Non potremmo essere più orgogliosi di avere i processori Radeon Pro 400 Series Graphics a bordo del nuovo MacBook Pro da 15 pollici, un notebook progettato per le prestazioni e la creatività", afferma Raja Koduri, vice presidente senior e capo architetto, Radeon Technologies Group di AMD. "Oggi ci sono milioni di creativi e professionisti della progettazione, e tantissime altre persone che aspirano a raggiungere il livello successivo in termini di creatività e prestazioni. I processori della serie Radeon 400 Pro sono un potente e versatile strumento creativo per permettere a chiunque di andare oltre l'immaginazione, ovunque nel mondo".

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy