Home News AMD e BlueStacks lanciano AppZone Player

AMD e BlueStacks lanciano AppZone Player

AMD e BlueStacks lanciano AppZone PlayerVi piacerebbe poter utilizzare le vostre app Android preferite o addirittura poter giocare ai migliori titoli videoludici della piattaforma Google sul vostro PC desktop o notebook? Grazie ad AMD AppZone Player, sviluppato in collaborazione con BlueStacks, ora è possibile.

Circa un anno fa, a ottobre del 2011, AMD e BlueStacks, azienda che realizza applicazioni di virtualizzazione per Android, avevano annunciato il raggiungimento di un importante accordo, che avrebbe di lì a poco dato la possibilità a milioni di utenti con computer basati su piattaforme AMD di usare le migliori app Android e i giochi più divertenti sul proprio computer desktop, notebook, netbook o nettop anche se equipaggiato con sistema operativo Microsoft Windows.

A meno di un anno di distanza, l'annuncio è diventato realtà e da qualche giorno è possibile scaricare dal sito ufficiale dell'azienda di Sunnyvale l'AMD AppZone Player, un programma che consente di emulare Android, basato proprio su tecnologia BlueStacks. Gli utenti potranno dunque ora connettersi all'AppZone, lo store che contiene già circa 500.000 applicazioni e titoli videoludici, e persino sincronizzarne le app acquistate o scaricate con gli altri device Android based, grazie al servizio cloud based BlueStacks Cloud Connect.

AMD AppZone Player

AMD AppZone Player consente alle app sviluppate per Android di funzionare perfettamente su questa nuova piattaforma, anche nel caso in cui esse siano state sviluppate per i tablet o addirittura gli smartphone. Grazie inoltre a questo software l'intero processo è molto semplice: basterà recarsi sull'AMD AppZone per selezionare e scaricare una qualsiasi app di nostro interesse. Così facendo il programma effettuerà un controllo automatico per verificare che sul nostro sistema sia installata una versione dell'AMD AppZone Player e, se non dovesse trovarlo, proporrà di scaricarlo istantaneamente.

Inoltre ciascuna app scaricata sarà poi sincronizzata con gli altri device Android based e la ritroveremo quindi anche sul tablet o sullo smartphone. Ovviamente esistono alcune limitazioni. Oltre a quella ovvia di avere un sistema AMD based bisogna infatti averne anche uno che sia all'altezza, dotato cioè di APU recenti che integrino sottosistemi grafici in grado di gestire correttamente app e giochi. Inoltre moltissime delle applicazioni per Android sono state sviluppate per un uso tramite touchscreen e non tramite tastiera e mouse, anche se molti giochi e altre app funzionano abbastanza bene.

Infine alcune applicazioni specifiche per i tablet potrebbero non essere disponibili, visto che BlueStacks fondamentalmente ha fornito un layer di emulazione basato sulla vecchia versione di Android 2.3, nato per gli smartphone e non per i tablet. Si tratta comunque di un primo passo molto importante e, se avrà successo, è molto probabile che la collaborazione continui e che in futuro ci possano essere nuove release del programma, aggiornate al supporto di versioni più recenti dell'OS di Mountain View.

Commenti (1) 

RSS dei commenti
Ho provato a scaricare un'app su un pc con procio intel e funziona lo stesso! smilies/grin.gif  
Scott

Scott

ottobre 12, 2012

Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy