Home News Acer Aspire Timeline Ultra M5 recensito

Acer Aspire Timeline Ultra M5 recensito

Acer Aspire Timeline Ultra M5 recensitoAcer Aspire Timeline Ultra M5 è un interessante ultrabook che, a partire da 799 euro, riesce a offrire una scheda video dedicata Nvidia GeForce GT 640M LE rinunciando alle misure estreme di altri prodotti simili, pur restando facile da portare. Come andrà sul campo? Ce lo dice una recensione da poco pubblicata sul Web.

Acer Aspire Timeline Ultra M5 fa parte di quel nuovo tipo di ultrabook che, invece di inseguire la compattezza ad ogni costo preferisce puntare sull'aggiunta di feature, come ad esempio un parco porte più vasto o una scheda video dedicata, pur mantenendo nel complesso quelle caratteristiche obbligatorie per potersi fregiare del brand ultrabook. I colleghi di DigitalTrends hanno provato la versione da 14 pollici di questo notebook, pubblicando una recensione di cui vi riassumiamo di seguito il contenuto, per scoprire com'è stato valutato questo promettente portatile.

Esteriormente il Timeline Ultra M5 è diverso dal modello Timeline Ultra M3 nonostante il design sia molto simile, a base di linee stilizzate e pure. Costruttivamente però le differenze sono enormi. In questo caso la scocca è quasi interamente realizzata in lega di alluminio e il notebook ci guadagna, sia nel design che come solidità: Acer Aspire Timeline Ultra M5 infatti non flette minimamente in alcuno dei suoi componenti e trasmette quindi un confortante senso di robustezza ed affidabilità.

Acer Aspire Timeline Ultra M5 review

Il parco porte è nella media per un ultrabook, con due porte USB 3.0 e un'uscita HDMI, ma l'M5 offre in più anche un'unità ottica, grazie allo spessore non eccessivamente contenuto, una caratteristica che pochi ultrabook possono vantare. Apprezzamento anche per la tastiera chiclet ad elementi isolati, retroilluminata, che offre un ottimo layout con tasti di dimensioni medie, che non richiedono particolari rinunce. Il tester è invece meno convinto del feedback offerto, a causa dell'escursione molto ridotta dei tasti. Il touchpad è ampio ed offre una superficie scorrevole che dà luogo a un puntamento veloce e preciso. Il supporto alle gesture multitouch è buono, anche se il collega non ha gradito la regolazione di default della sensibilità dello zoom, e la soluzione dei tasti funzione integrati subito sotto la membrana sensibile. Secondo il tester, infatti, è necessaria una pressione eccessiva e non è ben distinguibile il click destro dal sinistro.

Nella media il display con risoluzione HD da 1366 x 768 pixel, che non brilla particolarmente in alcuno dei parametri (luminanza, contrasto, angolo di visione) ma nemmeno delude in alcuno di essi. Ottimo invece il comparto audio, il cui volume è sufficiente a sonorizzare una piccola stanza con una buona qualità complessiva. Grossi problemi sono stati invece rilevati riguardo al raffreddamento: la scheda grafica integrata e le dimensioni contenute del notebook non sembrano infatti andare molto d’accordo e il portatile diviene caldo sul fondo già dopo qualche ora in idle, per diventare poi davvero bollente se si riproduce ad esempio un videogioco.

Nella media anche l'autonomia. La batteria a 3 celle da 4.850 mAh garantisce infatti fino a oltre 7 ore di durata, a seconda dell'uso che se ne fa. L'Acer Aspire Timeline Ultra M5, che è equipaggiato con un processore dual core Intel Ivy Bridge Core i5-3317U da 1.7 GHz, scheda grafica dedicata Nvidia GeForce GT 640M LE e soluzione di storage ibrida con hard disk tradizionale e 20 GB di memoria NAND Flash per velocizzare l'avvio del sistema operativo e dei programmi usati più di frequente, offre prestazioni allineate a quelle di altri ultrabook di pari configurazione.

In altri modelli tuttavia a fare la differenza in positivo è soprattutto la presenza di un'unità SSD, mentre in questo caso la soluzione ibrida non riesce minimamente ad avvicinarsi a quegli score. Viceversa è apprezzabile l'apporto offerto dalla scheda video, che consente di giocare anche Diablo III alla risoluzione nativa con dettagli massimi o ad altri titoli come Dawn of War 2 Retribution, Civilization 5 e The Elder's Scroll IV: Skyrim a dettagli medi o anche più alti.

Il giudizio finale espresso dalla redazione è globalmente positivo, la preferenza del redattore per soluzioni come l'Acer Aspire Timeline Ultra M5 rispetto ad esempio all'Aspire S5 è evidente. L'ultrabook in questione infatti offre una scheda video dedicata, un drive ottico, un design e una qualità quasi identiche, prestazioni allineate ma superiori nei videogiochi grazie alla VGA Nvidia e un prezzo inferiore, con l'unico limite di essere più spesso e pesante e di scaldarsi di più rispetto all'altro modello Acer. Se quindi siete in cerca di un portatile con ottime prestazioni e molto compatto e leggero anche senza raggiungere i livelli degli ultrabook più estremi, e avete anche un occhio al portafogli, l'Acer Aspire Timeline Ultra M5 potrebbe essere per voi una soluzione migliore rispetto a un S5 o ad altri ultrabook equivalenti.

Via: UBN

Commenti (1) 

RSS dei commenti
a me interessa molto questo ultrabook in quanto avrei bisogno di qualcosa di molto trasportabile (massimo 2kg) e col quale possa ogni tanto giochicchiare senza pretese estreme.. mi preoccupa però l'eccessivo calore prodotto! una curiosità: come mai scalda anche in idle, considerando che la 640 in quel caso dovrebbe essere disattivata?  
BuzzCTF

BuzzCTF

luglio 20, 2012

Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy