Home News Yota 3 in vendita dal 26 settembre in Cina, ma sarà più costoso del previsto

Yota 3 in vendita dal 26 settembre in Cina, ma sarà più costoso del previsto

Yota 3 in vendita dal 26 settembre in Cina, ma sarà più costoso del previstoLa notizia era nell'aria già da qualche settimana ed è arrivata: Yotaphone ha lanciato il suo nuovo smartphone dual-screen Yota 3 in Cina, ufficialmente, dove sarà disponibile a breve al prezzo di partenza di 500 euro.

Come previsto, la scheda tecnica di Yota 3 conferma le attese: lo smartphone possiede un display AMOLED da 5.5 pollici Full HD (1920 x 1080 pixel) su un lato ed un display da 5.2 pollici HD (1280 x 720 pixel) e-Ink Carta sull'altro, con un processore Qualcomm Snapdragon 625 affiancato da 4GB di RAM. In sostanza, Yota 3 ha le stesse caratteristiche hardware di un terminale mid-range ma è leggermente più costoso rispetto ad altri modelli simili probabilmente perché è uno dei pochi (o meglio l'unico) della categoria ad integrare due schermi, ciascuno utilizzabile come principale.

Pensateci bene: lo Yotaphone di terza generazione è un dispositivo completo e conveniente per coloro che cercano uno smartphone tuttofare, sia per leggere un buon e-book sia per guardare la propria serie TV in treno.

Yotaphone 3 o Yota 3

Il prezzo è un po' più alto di quello circolato nel mese scorso, ma 3699 yuan (pari a circa 550 dollari, quindi 500 euro al cambio) non sono poi molti per un terminale con 64GB di memoria interna così come 4299 yuan (circa 650 dollari, quindi 600 euro) per la variante da 128GB. Entrambi i modelli saranno disponibili su JD, che è uno degli shop online più rinomati in Cina, a partire dal 26 settembre.

Sul retro troviamo una fotocamera principale da 12 megapixel con dual-tone LED flash, mentre sul lato frontale prende posto un sensore da 13 megapixel. Il resto della dotazione prevede WiFi 802.11n, Bluetooth 4.2, GPS, 4G-LTE (supporto dual-SIM), USB Type-C per la ricarica, sensore di impronte digitali frontale e batteria da 3300 mAh.

Il sistema operativo è Android 7.0 Nougat, abbinato a Yota OS 3.0 basato su Android e necessario per gestire il secondo schermo in bianco e nero in quanto non supportato nativamente dall'OS di Google per visualizzare i widget o leggere ebook utilizzando uno dei diversi lettori pre-caricati.

La russa Yotaphone ha avuto alcuni problemi finanziari negli anni scorsi, che però ha superato grazie ai fondi elargiti da una società di investimenti hongkonghese. E proprio questo potrebbe aiutarci a spiegare perché Yota 3 è stato lanciato in Cina, piuttosto che in Russia. Al momento non ci sono dettagli sulla disponibilità dello smartphone su altri mercati, ma siamo certi che Yotaphone espanderà la distribuzione. Dove e quando però non lo sappiamo ancora.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy